17.3 C
Milano
27. 10. 2021 19:38

Milano, è in arrivo la Tari: inviati i bollettini, ecco la prima scadenza

Durante il lockdown la quantità di immondizia raccolta dall'Amsa è calata e la differenziata è ulteriormente salita al 62,5 per cento

Più letti

Era stata rinviata dal sindaco Sala, insieme ad altri tributi, per aiutare i cittadini milanesi a contenere le uscite e ad arginare la crisi portata dal coronavirus. Ma adesso si avvicina la prima scadenza di pagamento della Tari, la tassa sui rifiuti.

Milano, è in arrivo la Tari: inviati i bollettini, prima scadenza al 15 settembre

I bollettini per il primo pagamento sono stati inviati, la scadenza è fissata al 15 settembre. La novità introdotta dal sindaco è il dilazione del pagamento non più in due, ma anche quattro rate (precisamente il 15 di ogni mese, fino a dicembre).

Rate. Sono 620mila avvisi Tari, di cui 90mila esclusivamente virtuali, i bollettini inviati ai milanesi. Per chi pagherà in una soluzione unica, l’ultimo termine è fissato al 16 novembre. Tutto ancora rimandato a dopo l’estate, invece, per le attività commerciali rimaste chiuse durante il lockdown per le quali è prevista, da parte del Consiglio comunale, un’agevolazione che dovrebbe prevedere uno sconto del 25 per cento della parte variabile della tariffa. Gli importi, per ora, sono gli stessi del 2019. Quelli effettivi potrebbero tuttavia variare dopo l’approvazione delle tariffe Tari 2020 che spetterà al Consiglio comunale. In tal caso seguiranno conguagli.

Pagamenti. La Tari potrà essere pagata, come sempre, sul sito del Comune, agli sportelli reali o virtuali delle banche, dal tabaccaio, in ricevitoria, ai Bancomat abilitati. Da quest’anno la si può versare anche alle Poste (fisiche oppure online).

In breve

Ddl Zan giunge alla fine, a darne il triste annuncio l’ironia di Taffo

Sulla prematura scomparsa del Ddl Zan dopo lo stop di oggi in Senato, causato dalla "tagliola" che ha ucciso...