13.3 C
Milano
25. 04. 2024 17:15

Nuovo stadio Milan, spunta l’alternativa a La Maura: «Contatti con il club, a breve la decisione»

La conferma arriva da Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni

Più letti

Nuovo stadio Milan, non solo La Maura. I rossoneri stanno ancora valutando quale area scegliere per costruire il nuovo impianto e non è solo la zona dell’ex ippodromo a interessare il club. Resta infatti ancora in pista l’opzione Sesto San Giovanni, su cui erano già state fatte diverse valutazioni. A confermarlo è il sindaco del Comune dell’hinterland milanese, Roberto Di Stefano: «Le due opzioni (La Maura e Sesto, ndr) rimangono in parallelo e mi sembra che siano rimaste solo queste da valutare».

Nuovo stadio Milan: «Lo accogliamo a braccia aperte»

«Ho sentito nelle ultime settimane i referenti urbanistici del Milan, gli stessi che avevano analizzato Sesto e che ora sono al lavoro per valutare pro e contro delle location – ha detto il sindaco leghista di Sesto all’Agenzia Giornalistica Italia -. Se dovesse arrivare il Milan lo accoglieremmo a braccia aperte. Poi prenderanno una decisione». Insomma sembra proprio che sia un testa a testa tra Sesto e La Maura, un “duello” che a quanto sembra si risolverà a breve: nel giro di qualche settimana il Milan farà la sua scelta definitiva.

riaperture

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Nuovo stadio Milan a La Maura? Si allarga il fronte del “no”

E se non sarà Sesto allora sarà La Maura, anche se sono già partite le azioni di protesta contro il possibile progetto di RedBird e Gerry Cardinale. Domenica una catena umana formata da 1300 persone si riunirà per per abbracciare l’area dell’ex ippodromo e dire ‘no’ al progetto del nuovo stadio. Si chiama proprio ‘Abbracciamo La Maura’ la manifestazione promossa dal Coordinamento per la tutela dei territori del Parco Ovest di Milano. Secondo gli organizzatori «se venisse approvato, questo progetto significherebbe: più cemento, nuove strade e parcheggi, inquinamento, traffico, peggioramento dell’ambiente urbano, problemi di sicurezza per il flusso dei tifosi attraverso strade e spazi aperti del quartiere».

Nuovo stadio Milan, ma l’Inter?

E l’Inter? il sindaco Di Stefano ha parlato anche dei nerazzurri: «Non li ho mai sentiti, poi se vengono anche loro non disdegno. Dubito però che la struttura si possa suddividere in giornate o in zone, una parte il Milan e l’altra l’Inter. Sono realista e vedo dove va il mercato, un impianto funzionante, aperto 7 giorni su 7 e non soltanto per la partita. Siamo gli unici in Europa ad avere uno stadio per due, chiediamoci perché le altre squadre no».

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...