21.4 C
Milano
22. 05. 2024 14:06

Una panchina in piazza Prealpi è stata dedicata ai migranti e a chi salva vite in mare

Per l'occasione dei giovani studenti italiani hanno letto testi e poesie scritte da migranti

Più letti

Questa mattina, venerdì 19 maggio 2023, è stata dedicata una panchina in piazza Prealpi ai migranti e a tutti coloro che, per lavoro o per semplice altruismo, aiutano e si danno da fare per salvare vite umane in mare. Un modo semplice ed efficace per mostrare l’impegno del capoluogo lombardo nell’accoglienza di persone straniere, ma anche per ricordare la delicatezza di un tema molto importante su cui bisogna tenere i riflettori accesi: quello dell’immigrazione.

La panchina in piazza Prealpi per i migranti (e non solo)

«Oggi – racconta Giulia Pelucchi, presidente del Municipio 8 – insieme ad Emergency, Resq, Mediterranea, Anpi, Libera, le scuole Bottoni Pizzigoni e Porta abbiamo inaugurato una panchina per il diritto di migrare in Piazza Prealpi, la Piazza dei Diritti».

«A chi ci dice che le priorità sono altre – scrive Pelucchi sui suoi canali social – noi rispondiamo che continueremo ad occuparci della riqualificazione del mercato, dei temi legati alla sicurezza della piazza, ma non per questo smetteremo di dire che non devono esserci più morti in mare e che la vita di ciascuno merita la nostra attenzione, il nostro impegno e la nostra presenza». E infine: «Grazie a tutte le realtà che continuano ad animare la piazza per darle nuova vita e vitalità».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

panchina in piazza Prealpi
panchina in piazza Prealpi

All’inaugurazione di questa mattina per la panchina in piazza Prealpi diverse sono le persone che sono intervenute: Corrado Mandreoli per Resq, Koffi Michel per Mediterranea, la Presidente Giulia Pelucchi per il Municipio 8, ANPI Codè-Montagnani Marelli con Franco Strangio e la Presidente.

Presenti anche gli studenti di alcune classi della scuola Media Puecher e del Liceo Bottoni, i quali hanno letto testi e poesie scritte da migranti. Lo riporta Alessandro Giungi, consigliere del Comune di Milano.

Nel corso della cerimonia per dedicare questa nuova panchina ai migranti e a chi si occupa di loro non è mancato un pensiero rivolto anche a chi, in questo momento, si trova nei CPR italiani, i Centri di Permanenza per i Rimpatri, ovvero i luoghi di trattenimento del cittadino straniero in attesa di esecuzione di provvedimenti di espulsione.

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...