3.4 C
Milano
19. 01. 2021 18:41

Da domani si potrà accedere all’edizione 2020 di Prossima impresa

Un bando pensato per imprese commerciali e artigiani dei quartieri milanesi che vanno da Adriano a Gratosoglio, da Quarto Oggiaro a Lambrate, passando per la Barona e la Bovisa sino al Lorenteggio e al Vigentino

Più letti

Bollettino regionale, meno di 1.000 contagi in Lombardia: Milano, +139

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 930, di cui 73 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Il declassato Gallera torna in consiglio: «Sto recuperando le mie energie psico-fisiche»

Gallera torna in consiglio regionale per la prima volta nel 2021 e lo fa da semplice consigliere. Tra gli...

Movida Delivery, dalla voglia di greco alle quiche di Knam

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione...

L’impegno preso da Prossima impresa 2020 è di «Impedire l’impoverimento commerciale delle periferie a seguito dell’emergenza Covid attraverso il sostegno alle imprese di prossimità e ai negozi di vicinato, capaci di migliorare la qualità della vita e i servizi nelle zone esterne al centro città». Il provvedimento mette a disposizione oltre un milione di euro a favore delle imprese commerciali e artigianali, con una vetrina sulla strada, che operano nelle aree meno centrali di Milano e rientra in un più ampio programma da parte dell’Amministrazione comunale.

Da domani si potrà accedere all’edizione 2020 di Prossima impresa

L’Amministrazione ha infatti messo in campo, dall’inizio dell’anno, per sostenere lo sviluppo dei quartieri meno centrali della città, investimenti pari a circa 4 milioni di euro così ripartiti:

  • 1 milione attraverso il progetto “Scuola dei quartieri”
  • 1,2 milioni espressamente dedicati alle imprese di Lorenteggio e Giambellino
  • 500mila euro rivolti a progetti Crowdfunding civico
  • 1,1 milioni del bando Prossima impresa per il sostegno alle imprese nelle zone decentrate di Milano.

Nuova edizione. «In questa nuova edizione di Prossima impresa – dichiara l’assessora alle Politiche per il lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani – abbiamo deciso di destinare i fondi di Prossima impresa non alla creazione di nuove realtà imprenditoriali, bensì al sostegno delle attività e dell’imprese di vicinato già esistenti, che in questi mesi di lockdown sono state maggiormente colpite dagli effetti della pandemia. Vogliamo valorizzare quelle piccole realtà economiche di vicinato che sono al centro della vita economica di ogni quartiere».

Chi. I progetti imprenditoriali potranno riguardare qualsiasi tipologia di impresa, dall’artigianato al commercio, passando dai servizi alla persona e alla comunità. Sono previste delle premialità aggiuntive per i progetti proposti da aspiranti donne imprenditrici al fine di favorire l’imprenditoria femminile. Il bando di Prossima impresa 2020 sarà online da domani sul sito del Comune ed è realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Recupero. Nel corso dell’edizione precedente del bando Prossima impresa sono stati 38 i progetti imprenditoriali che hanno superato la selezione per accedere ai finanziamenti. A causa dell’emergenza Covid, gli stessi progetti hanno dovuto ritardare l’avvio ai lavori previsto per l’inizio dell’anno. Per questo motivo, l’Amministrazione ha deliberato anche la stipula di una convenzione con la Fondazione Welfare ambrosiano per il rilascio di titoli di garanzia in favore dei vincitori della precedente edizione del bando, del valore massimo di 25mila euro per singolo progetto.

In breve

MIlano, all’asilo di via Massaua si battono i denti: condizioni inaccettabili per i genitori dei piccoli alunni

«Nella scuola di mio figlio c’erano appena 3 gradi: bambini e maestre dovevano indossare tutto il tempo sciarpa e...

Potrebbe interessarti