13.9 C
Milano
23. 05. 2024 06:11

Sciopero Atm 31 marzo: orari con autobus, tram e metropolitane a rischio

Ennesima giornata di disagi per chi usa i mezzi pubblici

Più letti

E’ arrivato il 31 marzo, giorno in cui a Milano va in scena l’ennesimo sciopero Atm proclamato dal sindacato Al Cobas. Sono quindi a rischio autobus, tram e metro con la città che potrebbe ritrovarsi ancora senza mezzi pubblici, come già successo nelle precedenti occasioni, con le linee principali addirittura chiuse.

Sciopero Atm, orari

“L’agitazione del personale viaggiante e di esercizio delle linee di superficie e metropolitane sarà possibile dalle 8,45 alle 15,00 e dalle 18,00 al termine del servizio“, ha fatto sapere in una nota l’Atm. Ciò vuol dire che i mezzi sono garantiti da inizio servizio alle 8.45 e dalle 15 alle 18. Fuori da queste fasce orarie, i lavoratori possono incrociare le braccia per disagi a catena.

Sciopero Atm, Sciopero dei mezzi a Milano 17 febbraio 2023, sciopero generale 8 marzo

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Sciopero Atm, motivazioni

Le motivazioni sono sempre le stesse: «Lo sciopero è contro la liberalizzazione, privatizzazione e gare d’appalto dei servizi attualmente gestiti dal Gruppo Atm e per la reinternalizzazione dei servizi di Tpl in appalto e subappalto, contro il progetto ‘Milano Next’, per la trasformazione di Ats Spa in azienda speciale del comune di Milano e il conseguente affidamento diretto in house dei servizi, nonché per la loro gratuità, per la riattivazione del distanziamento tra conducenti e utenti con inibizione della porta anteriore per la salita e la discesa dei passeggeri».

I motivi dello sciopero Atm

“Per la pulizia, igienizzazione e sanificazione delle vetture e degli ambienti, per la tutela della sicurezza dei lavoratori più esposti ad atti aggressivi, anche con sistemi di protezione passivi, per la fruizione delle ferie per il personale viaggiante, piani aziendali d’assunzione e trasformazione dei contratti a tempo parziale, per l’aumento di € 150 netti per tutti i lavoratori, a recupero degli insufficienti aumenti dei contratti nazionali, per ulteriori tematiche di carattere aziendale attinenti, tra l’altro a indennità ferie, turni particolari e vestiario”.

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...