24.1 C
Milano
29. 05. 2024 17:04

Sciopero, ce n’è un altro: metro, bus e tram a rischio venerdì 26 aprile

Una potenziale interruzione dei servizi di bus e tram ATM potrebbe gettare nel caos i pendolari milanesi venerdì 26 aprile.

Più letti

Da uno sciopero all’altro: una potenziale interruzione dei servizi di bus e tram ATM potrebbe gettare nel caos i pendolari milanesi venerdì 26 aprile. L’agitazione è stata proclamata da Confail Faisa e avrà una durata di 4 ore, secondo quanto confermato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Sciopero, info utili

L’agitazione, a cui ha aderito la segreteria provinciale Sama Faisa Confail, coinvolgerà i lavoratori del Gruppo ATM e potrebbe influenzare le linee dalle 8:45 alle 12:45. Le motivazioni includono preoccupazioni riguardanti l’allontanamento dalla professione di conducente di linea, disaffezione al settore dei trasporti e ripercussioni economiche sulle aziende del trasporto pubblico locale.

Sciopero Atm
Atm

Sciopero, motivi

La segretaria nazionale del sindacato spiega che è un segnale di protesta contro le ingiustizie salariali e la mancanza di sicurezza sul lavoro. I lavoratori chiedono retribuzioni adeguate e dignitose, così come condizioni di lavoro sicure e contratti che li tutelino e valorizzino.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Sciopero, conseguenze

Tra le altre richieste figurano un miglior bilanciamento tra lavoro e vita privata e parametri di ingresso che non lascino i neoassunti in condizioni di precarietà economica. Confail Faisa critica anche il “terrorismo psicologico” delle aziende e chiede un coinvolgimento democratico di tutte le parti sociali nelle decisioni aziendali. L’evento potrebbe causare notevoli disagi per i viaggiatori, che dovrebbero pianificare alternative per gli spostamenti durante le ore interessate dallo sciopero.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...