E’ ormai una tradizione. Che si rinnova puntualmente un mese prima di Natale. Sabato torna l’appuntamento con la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Sarà ancora una volta Banco Alimentare, insieme a numerosi partner, ad organizzare l’iniziativa che si pone l’obiettivo di raccogliere cibo fuori dai supermercati di tutta Italia da destinare poi agli enti caritativi.

LE DERRATE • Partecipare è facile. Migliaia di volontari fuori dai supermercati italiani domani inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione che verranno distribuiti a realtà come mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà e centri d’accoglienza, che aiutano ogni giorno più di 1,5 milioni di persone bisognose, di cui quasi 135mila bambini fino a 5 anni. Si possono acquistare e donare alimenti per l’infanzia, tonno in scatola, riso, olio, legumi, sughi e pelati, biscotti. Le donazioni di alimenti ricevute andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera grazie all’attività quotidiana in tutta Italia, combattendo lo spreco di cibo: attività avviata fin dal 1989, attraverso una rete sempre più ricca di strutture territoriali.

L’OBIETTIVO • «Quest’anno ci siamo dati l’obiettivo sfidante di raccogliere 16 milioni di pasti in un solo giorno – dichiara Andrea Giussani, Presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus – visto che nel 2017 si è toccato il numero più alto dal 2005 di individui in povertà assoluta, oltre 5 milioni secondo Istat. Chiediamo ad ognuno di fare la propria parte, donando gli alimenti richiesti, che ci consentono di offrire un paniere equilibrato ai tanti beneficiari che una spesa non se la possono permettere». Per sostenere i costi di trasporto e stoccaggio degli alimenti donati il giorno della Colletta Alimentare, fino al 3 dicembre, sarà attivo l’sms solidale al numero 45582 (il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun messaggio inviato.

ONLINE • Tra le novità di quest’anno c’è la possibilità di donare cibo anche con la spesa online. Fino a lunedì prossimo, 26 novembre, collegandosi ai siti di Auchan, Carrefour ed Esselunga, è possibile effettuare una donazione direttamente destinando parte della spesa. Tutte le informazioni e i punti di raccolta a Milano e in Lombardia sono reperibili sul sito collettaalimentare.it.

COME ANDO’ NE 2017 IN LOMBARDIA

2.085,

Le tonnellate di cibo donate nel 2017

4.170.000,
I pasti equivalenti alle derrate raccolte

1.849,

I supermercati della regione coinvolti

39.000,
I volontari mobilitati per la giornata

Freddo, si cercano aiuti

Domani la raccolta di indumenti invernali

Il Comune di Milano ha attivato le misure del piano freddo che prevede il potenziamento dei posti letto normalmente a disposizione nei centri per i senza fissa dimora e l’attivazione di un numero per le segnalazioni di persone in difficoltà. In queste giornate, l’Amministrazione invita i cittadini a telefonare al numero unico 02.88.44.76.46 per segnalare la presenza di senzatetto e persone in difficoltà a causa delle basse temperature. Il servizio sarà disponibile per la prima volta 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Per far fronte all’emergenza freddo saranno a disposizione ogni notte 2.700 posti in oltre venti strutture sul territorio. Durante le ore serali il comitato milanese della Croce Rossa, in convenzione con Fondazione Progetto Arca, gestirà le emergenze e coordinerà il servizio delle diciannove associazioni del Terzo settore che mettono a disposizione le unità mobili per perlustrare la città.

L’APPUNTAMENTO • Sabato, inoltre, sarà la giornata dedicata alla raccolta di indumenti invernali. Dalle 9.30 alle 17.30 saranno diversi i centri di raccolta gestiti dalle associazioni del Terzo settore che si occuperanno di raccogliere le donazioni dei cittadini. Ci si potrà recare in piazzale Baracca/ via Enrico Toti, piazza della Repubblica, via Aldini 74, piazza Baiamonti, viale Papiniano/piazzale Cantore, piazzale Bettini, Arco della Pace (nella piazza tra via Abbondio Sangiorgio e corso Sempione), piazza XXIV Maggio, piazzale Argentina/via Mercadante, piazza XXV Aprile, via Pollini 4, piazza Amendola. Info ulteriori su comune.milano.it.