1.5 C
Milano
01. 12. 2022 07:54

Via Bolla, blitz della polizia che sgombera gli abusivi: siamo a una svolta?

Un intervento auspicato da tempo nella via del quartiere Gallaratese, abbandonata a sé stessa

Più letti

Via Bolla, blitz contro gli abusivi: in mattinata le forze di polizia hanno effettuato lo sgombero di un’intera palazzina, 156 alloggi di cui circa 90 occupati irregolarmente. Un intervento auspicato da tempo nella via del quartiere Gallaratese, zona popolare alla periferia di Milano, ormai abbandonata a sé stessa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Granelli (@marcogranelli.mi)

Via Bolla, stop all’illegalità

«Via Bolla, oggi dopo un lavoro di 6 mesi guidato dalla Prefettura, intensamente chiesto e incoraggiato dal Comune, e dopo anni di completo abbandono da parte di Aler e Regione Lombardia, si compie una svolta vera, si dice alt all’illegalità e al degrado», scrive sui canali social l’assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, Marco Granelli. «Aler sta mettendo in sicurezza la zona e a breve inizierà una riqualificazione totale».

Sostegno alle famiglie

Dunque è arrivata finalmente una svolta per via Bolla? «I servizi sociali del Comune di Milano hanno analizzato una a una le situazioni sociali ed economiche dei nuclei familiari – prosegue Granelli -, Aler ha messo a disposizione numerose soluzioni per il sostegno abitativo, cui ha contribuito anche il Comune, per circa 50 nuclei familiari con minori (perché non si mettono in strada i minori), per iniziare con loro un percorso di reinserimento sociale».

Via Bolla
Via Bolla

Operazioni anti-degrado

«Bloccare l’illegalità, questo è stato fatto oggi, e per farlo c’è bisogno dell’intervento delle Forze di Polizia, della messa in sicurezza dei luoghi, delle risposte ai bisogni dei minori, di un progetto e investimento per riqualificare – spiega l’assessore -. Per bloccare l’illegalità e superare il degrado non basta l’operazione muscolare di un giorno, ma un intenso lavoro prima e dopo: è quello che abbiamo fatto in porto di mare, all’ex macello, in via Vaiano Valle, e altri luoghi dove la città sta tornando».

Le occupazioni in via Bolla

«In via Bolla le occupazioni sono continuate ininterrottamente per anni, fino a poche settimane fa. Nelle case popolari del Comune gestite da MM, pur non senza problemi che ogni giorno devono essere affrontati, nel 2014 e 2015 avvenivano 700 tentativi di occupazione all’anno; nel 2021 e 2022 i tentativi sono stati solamente 70 all’anno: 10 volte di meno. E la differenza si vede anche in via Bolla, da una parte il disastro delle occupazioni, dall’altra un quartiere dignitoso», conclude Granelli.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...