9.6 C
Milano
21. 04. 2024 23:33

Tre volte ad alta quota, tra degustazioni, golosità ed escursioni

Ecco dove andare per passare un fine settimana piacevolmente ricco in montagna

Più letti

In alta quota: degustazioni sugli sci

Uno degli appuntamenti invernali più attesi in Valdisotto

Torna domenica 3 marzo, la Deguski, l’escursione itinerante sulla neve, in Valdisotto, che permette di gustare diversi piatti tipici del territorio. L’itinerario, oltre a far scoprire alcune eccellenze locali, permette di conoscere e apprezzare il silenzioso habitat boschivo sopra la conca di Bormio. Il percorso fa tappa al Forte di Oga, una delle più interessanti realizzazioni risalenti a periodo bellico. L’edizione 2024 propone sette tappe con partenza dalla località Le Motte e arrivo a 2260 metri, al Rifugio Baita Motin, con distribuzione di amari e altri “toccasana” alpini. Alla Deguski si partecipa con gli sci da alpinismo, le ciaspole, gli sci di fondo, mentre i più temerari sfidano la neve con i soli scarponi (visitvaldisotto.it).

 

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

In alta quota: golose tappe sulla neve

Un’esperienza per gli amanti della neve e del cibo

alta quota
 

A piedi o con le ciaspole lungo un itinerario del gusto che si snoda fra le malghe dell’Altopiano di Brentonico, in provincia di Trento. Quest’anno Golosaneve è in programma domani, 2 marzo, in località San Valentino, alla scoperta delle bellezze paesaggistiche del Parco Naturale del Monte Baldo: un’escursione di circa 10 chilometri senza particolari pendenze, con partenza dal passo fino alla riserva di Bes-Corna Piana, risalendo verso la Bocca del Creer e scendendo poi verso i prati sottostanti fino a rientrare al punto di partenza. Però camminare, si sa, mette un grande appetito e ad attendere i partecipanti ci saranno soste golose, dall’antipasto al dolce, per recuperare le energie e gustare i veri sapori della montagna (visitrovereto.it).

 

In Alta quota: alba a 2.000 metri

Primi raggi di sole al Passo del Tonale

alta quota
 

L’ emozione di assaporare l’alba ad alta quota, al Passo del Tonale: la magia dei primi raggi di sole che illuminano di calde sfumature i cristalli di neve, il sapore di una gustosa colazione, la discesa adrenalinica sulle piste immacolate. Domenica 3 marzo la giornata inizierà alle 5.30, grazie all’apertura anticipata degli impianti di risalita da Ponte di Legno al Corno d’Aola, a quota 2.000 metri (seggiovie Valbione e Corno d’Aola), sulle note musicali di un concerto live. Dopo avere ammirato lo spettacolo del sorgere del sole, sarà possibile affrontare le piste immacolate in compagnia dei maestri di sci, per poi continuare la giornata nella skiarea Pontedilegno-Tonale (pontedilegnotonale.com).

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...