Cantine Aperte
Cantine Aperte

Ogni anno qualcosa di nuovo: nuove annate, nuove etichette, nuove proposte. Motivi sufficienti per visitare le aziende vinicole che ospitano l’evento clou primaverile del buon bere: Cantine Aperte. In Lombardia, per l’edizione 2019 della kermesse ci sono molte nuove aziende da scoprire: altra golosa spinta per decidere, il 26 maggio, di mettersi in moto e recarsi nei territori vitivinicoli lombardi: oltre alla possibilità di assaggiare i vini e di acquistarli direttamente in azienda, è possibile entrare nelle cantine per scoprire i segreti della vinificazione e dell’affinamento. Un evento che è diventato nel tempo una filosofia, uno stile di viaggio e di scoperta dei territori del vino italiano, che vede, di anno in anno, sempre più turisti, curiosi ed enoappassionati avvicinarsi alle cantine, desiderosi di fare un’esperienza diversa dal comune.

Certo forse non sarà facile scegliere: più di 50 Cantine, in tutte le zone vinicole della Lombardia: il vino di Milano a San Colombano, o quelli meno noti della provincia di Mantova. Su e giù tra le colline dell’Oltrepò Pavese, oppure sulle sponde del Lago di Garda tra Lugana, Chiaretto, San Martino della Battaglia. O forse spingersi in Valtellina, facendo anche una sosta in Brianza per i vini di Montevecchia. Non dimenticate, però, la Valcalepio e la Franciacorta, divise solo dall’Oglio e dal Lago d’Iseo, di possibilità ne offrono tante.

La scoperta del Montenetto potrebbe essere una tentazione forte, ma quasi quasi vedere il Lago Maggiore e i Ronchi Varesini. Gli itinerari possibili sono tantissimi, da studiare e organizzare secondo desideri, passioni e interessi: la prima grande novità di quest’anno è che si può raddoppiare l’esperienza, approfittando degli eventi di Cantine aperte emotion che anticipano la festa sabato 25: camminate nei vigneti, giri in Vespa e cene in vigna. L’elenco delle cantine aperte è disponibile sul sito movimentoturismovino.it.

mitomorrow.it