23.7 C
Milano
21. 06. 2024 12:33

Una gita autunnale nel Roero tra rocche e paesaggi mozzafiato

Più letti

Se le Langhe offrono un paesaggio di colline e vigneti, il Roero non è da meno: il territorio che occupa la provincia di Cuneo offre: boschi, vigne, frutteti, castagneti e noccioleti. Bellezze naturali unite a borghi antichi.

Alla scoperta della magia del Roero

Il periodo medioevale ha visto, infatti, la costruzione di piccoli borghi fortificati, oggi veri e propri gioielli che si adattano alla dolce conformazione delle colline circostanti. Sono otto e si trovano tutti lunga la linea delle Rocche: Pocapaglia, Sommariva Perno, Baldissero d’Alba, Montaldo Roero, Santo Stefano Roero, Montà, Monteu Roero e Cisterna d’Asti.

Oltre al vino, il Roero è famoso per la qualità del suo miele, dai caratteristici profumi di fiori di acacia e nocciola. Il sentiero del miele si estende nel comune di Montà e permette di addentrarsi tra incantevoli paesaggi e strutture tradizionali. Sempre per la lunga tradizione feudale, il Roero è disseminato di castelli e diverse fortificazioni, oggi semplicemente visitabili o trasformati in musei o enoteche. Da segnalare il maniero di Monticello, quello di Magliano Alfieri e quello di Govone.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Trekking tra le gole

Inoltre, il Roero ha una rete di sentieri gestita dall’Ecomuseo delle Rocche che si estende per 200 chilometri. Una rete particolarmente adatta a tutte le attività outdoor e a piedi, oltre che a cavallo e bike. Interessanti le attività proposte dall’Ecomuseo: dalle audioguide ai bio-picnic, dalle passeggiate in notturna alla ricerca simulata del tartufo. Le camminate più belle? Nel Grande Sentiero del Roero, al Sentiero dell’Acqua, al Sentiero del Gioco, al Sentiero dei Fossili e in quello dei Castelli.

Le Rocche sono voragini create dal passare del fiume tra le colline. Conformazioni che costituiscono un unicum naturalistico, per la geologia e la varietà di piante, scenografico e l’ultimo grande areale tartufigeno. Il terreno sabbioso di origine marina è stato eroso nei secoli dall’acqua, permettendo così la formazione di gigantesche guglie.

 

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...