28.3 C
Milano
22. 05. 2022 19:50

In Lombardia sbocciano gli orti botanici

Rifiorisce in regione la natura a porta di mano

Più letti

Con l’avvicinarsi della primavera e il graduale ritorno alla normalità, dopo due anni di restrizioni, la Rete degli orti botanici della Lombardia, associazione non profit, che opera per favorire e promuovere le azioni degli orti botanici aderenti è pronti a riaprire i cancelli per far riscoprire il patrimonio naturale custodito al loro interno.

Riaprono i rigogliosi Orti botanici della Lombardia

L’Orto botanico Lorenzo Rota di Bergamo riapre i cancelli da oggi, tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00; mentre la sezione di Astino sarà visitabile dal primo aprile, tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00. L’Orto milanese di Brera è aperto, dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 16.30, mentre dal primo aprile estenderà l’orario dalle 10.00 alle 18.00.

Conto alla rovescia per la ripresa dell’Orto di Città Studi, fissata per l’8 marzo, con aperture da martedì a giovedì dalle 10.00 alle 17.00 e il venerdì dalle 10.00 alle 16.00. Il Giardino botanico G. E. Ghirardi di Toscolano Maderno riprenderà le attività il 15 aprile, con apertura il giovedì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.30, il venerdì dalle 17.00 alle 19.30 e il sabato dalle 10.00 alle 12.00.

Ricomincerà con le visite in presenza a partire dalla fine di marzo, L’Orto botanico di Pavia, mentre nel frattempo è visitabile su richiesta per le scuole. Infine, il Giardino botanico alpino Rezia di Bormio, come da consuetudine, riaprirà a giugno e potrà essere visitato tutti i giorni, sabato e domenica compresi. Info su reteortibotanicilombardia.it.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...