13.4 C
Milano
20. 04. 2021 12:21

A lezione di anti-proselitismo: il progetto lombardo contro l’estremismo violento

Più letti

La Lombardia diventa la prima Regione in Italia ad organizzare corsi formativi nelle scuole volti a contrastare l’estremismo violento che comprende fenomeni come il fondamentalismo islamico. Il progetto è frutto di una legge regionale, approvata lo scorso anno, per mettere in campo nuovi strumenti in grado di contrastare la diffusione di idee radicali, attraverso il cosiddetto proselitismo o indottrinamento ideologico.

Sono cinque gli istituti dove è stato avviato il percorso: gli Istituti Superiori Oriani Mazzini di Milano e Pesenti di Bergamo e gli Istituti Comprensivi di Brescia e Sondrio Centro, l’Alessandro Volta di Mandello del Lario. Il progetto formativo per docenti e dirigenti scolastici, sviluppato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, si basa sull’educazione della cittadinanza e il rispetto delle differenze. Secondo i dati diffusi dal Ministero dell’Istruzione, in Lombardia gli alunni stranieri sono in crescita, al contrario di quelli italiani.

Quest’anno in prima elementare i bambini stranieri sono stati ben 5.539 rispetto ai 5.149 dell’anno scorso per un totale di studenti di quasi 193mila tutta la regione. Le maggiori concentrazioni si rilevano nei capoluoghi di provincia: a Milano ci sono scuole dove gli italiani rappresentano la netta minoranza. Ad esempio, secondo quanto spiegato dall’assessore alla Sicurezza della Lombardia, Riccardo De Corato, nelle scuole elementari di via Paravia, zona San Siro, gli stranieri sono l’83,7%.

In breve

Disagi sulla linea M1: bus sostitutivi tra Gorla e Sesto FS

Disagi questa mattina sulla linea M1 della metropolitana di Milano. A causa di un tentativo di suicidio, Atm ha...