Berlusconi finanzia l’ospedale, poi…

Silvio Berlusconi
Berlusconi

Silvio Berlusconi ha donato 10 milioni a Regione Lombardia per la costruzione dell’ospedale temporaneo che dovrà sorgere in tempi brevi nei vecchi padiglioni della Fiera, al Portello.

 

Berlusconi dona 10 milioni per la lotta al coronavirus

Il gesto del leader di Forza Italia segue quello di tanti altri imprenditori italiani, mobilitati a vari livelli per garantire quei fondi necessari per l’acquisto di macchinari da destinare a nuovi posti di terapia intensiva. Il governatore Attilio Fontana ha voluto ringraziare tutti quei cittadini che stanno dando una mano: «Abbiamo avuto offerte da 5 euro a 10 milioni di euro».

Di fatto la Regione Lombardia ha scelto di seguire due strade parallele, quella in stretto coordinamento con le misure nazionali della Protezione Civile e quella in proprio: non a caso ha voluto prendersi Guido Bertolaso come consulente per gestire l’emergenza.

Lo stesso Bertolaso suggerito da Forza Italia (e da Matteo Renzi) nelle scorse settimane per l’affiancamento su scala nazionale all’attuale capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Berlusconi, la donazione e il futuro tra Comune e Regione

Non è ora di fare ragionamenti di pura tattica politica, ma è ovvio che se la Regione darà prova di riuscire a superare l’emergenza senza crolli (preoccupa la tenuta dei casi a Milano), sarà un biglietto da visita che qualcuno vorrà sfoggiare in vista delle elezioni comunali del prossimo anno per Palazzo Marino.

E qui potrebbe conquistare la nomination di candidato sindaco del centrodestra quel Giulio Gallera, assessore regionale al Welfare, che sta combattendo la partita in prima linea. La Lega cederà il passo ad un esponente di Forza Italia? Staremo a vedere, ma in quei pochi secondi di stacco dalla dura realtà del coronavirus qualche dialogo è stato abbozzato.

Berlusconi
Berlusconi