13.8 C
Milano
22. 04. 2021 12:57

Brexit, l’incertezza non preoccupa

Più letti

Uscire o non uscire: la Gran Bretagna si trova ancora impantanata nella difficile procedura di uscita dall’Unione Europea a due anni e mezzo dal referendum che sancì la volontà degli inglesi, con il tema Brexit ancora al centro del dibattito internazionale.

Eppure le imprese del territorio milanese – secondo una fotografia della Camera di Commercio – non sembrano particolarmente preoccupate. Tra Lombardia e Regno Unito il giro d’affari è stimato in 6,7 miliardi nei primi nove mesi del 2018, il 26,3% del totale italiano, di cui 3,8 miliardi di export e 2,8 di import.

Milano con 2,5 miliardi di scambi guida la classifica regionale, seguita da Bergamo e Brescia con oltre 700 milioni. Le crescite più consistenti a Sondrio (+14,2%) e Brescia (+11,9%). Sono i macchinari e mezzi di trasporto i prodotti più esportati, mentre nell’import spiccano i prodotti farmaceutici e chimici. A livello italiano, l’interscambio con il Regno Unito supera i 25 miliardi di euro, 17 miliardi di export e 8 di import, con la Lombardia prima regione, seguita da Emilia-Romagna e Veneto per export, Toscana e Lazio (12,1%) per import.

Tra le province prima Milano con 2,5 miliardi seguita da Roma e Torino che superano il miliardo. rasoi elettrici migliori Le conseguenze dell’incertezza, secondo le circa 500 imprese che operano con l’estero sentite da Promos, non saranno rilevanti per la maggioranza degli operatori.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/

In breve

Galli: «C’è la percezione del liberi tutti. Ed è nocivo»

«Quello che mi preoccupa è un segnale che viene percepito come un liberi tutti, e questo non può che...