4 C
Milano
21. 01. 2022 19:06

A Milano l’auto è ancora un investimento?

L'auto è ancora una priorità per le famiglie milanesi? Oppure con la rivoluzione green finirà in secondo piano?

Più letti

E’ del tutto evidente ormai la svolta ambientalista del sindaco di Milano, Giuseppe Sala e alla sua amministrazione. Il piano per fare di Milano un sistema verde e un modello nazionale e internazionale di città green è tra i punti cardine del programma illustrato dal primo cittadino agli albori del nuovo lustro a Palazzo Marino.

Una Milano sempre più verde?

«Aumenteremo del 50% i chilometri di trasporto pubblico, dalle nuove metropolitane all’allungamento del percorso dei bus (che saranno solo elettrici) riducendo così il traffico automobilistico – ha spiegato nei giorni scorsi -. Lavoreremo sul profilo energetico dei nostri palazzi e pianteremo 3 milioni di alberi entro il 2030. Tre innovazioni che aiuteranno a cambiare l’aria entro i prossimi dieci anni».

Al di là del fatto che questo piano ovviamente dipenderà parecchio dalle risorse a disposizione del Comune di Milano, motivo per cui il pressing sullo sblocco degli investimenti del PNRR sta parecchio a cuore del sindaco, è conclamata la volontà di mettere sempre più al bando il mezzo privato. L’auto. Qualcosa che fino a pochi anni fa veniva vista come uno degli investimenti di famiglia, subito dopo la casa di proprietà.

Oggi, tuttavia, sempre più persone (quasi tutte le aziende) optano per formule diverse dall’acquisto o dal vecchio leasing: noleggi a lungo termine o abbonamenti sharing sono una realtà ben radicata soprattutto a Milano. Ecco, un sano compromesso per gli irriducibili dell’auto (e sono davvero tanti qui) potrebbe essere incentivare sempre di più le nuove formule che facilitano anche la gestione dei bilanci, famigliari e aziendali.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...