8.3 C
Milano
19. 01. 2022 17:14

L’Olimpia Milano si prepara ad una notte di stelle: c’è il Barcellona

Giovedì l’Armani Exchange ospita il top team spagnolo, con cui condivide il primato nella classifica di Eurolega: quante sfide

Più letti

Ora si fa sul serio. Serata di gala giovedì al Forum di Assago, dove l’Olimpia Milano ospiterà l’altra capolista di Eurolega, il Barcellona, squadra candidata a raggiungere le Final Four con chiare ambizioni da titolo.

L’Olimpia Milano pronta per il test Barcellona

Si affrontano le due migliori formazioni d’Europa, che dopo sette giornate hanno ottenuto sei vittorie e una sola sconfitta a testa. Messina contro Jasikevicius, Rodrizuez contro Calathes, Melli contro Mirotic. Saranno tanti gli scontri diretti di altissimo livello in un match che si preannuncia equilibrato e aperto a qualsiasi risultato, dove la posta in palio è alta e chi vince può tentare un allungo in classifica. Milano vola in Europa così come in Italia, dove mantiene il primato in classifica con autorità. Altrettanto sta facendo il Barcellona, che dopo otto giornate di Liga ACB è a punteggio pieno e punta a vincere tutte le competizioni a cui prende parte.

Al Forum arriva una vera e propria corazzata

Al Forum si presenta la squadra che ha il maggior numero di primati statistici di questa stagione europea: miglior attacco, miglior valutazione media, miglior percentuale totale al tiro. Una vera corazzata con una roster lunghissimo, che ha in Davies, Higgins e Mirotic i propri punti di riferimento offensivi, ma che al contempo e in uscita dalla panchina può vantare la presenza di giocatori del calibro di Calathes, Kuric, Laprovittola, Hayes-Davis.

Compito di Messina e dei suoi uomini arginarli, ma l’Armani Exchange ha ampiamente dimostrato di non essere inferiore a nessuno. Seppur costruita con nomi meno altisonanti, la squadra biancorossa si sta distinguendo nel cammino europeo per una grande dedizione difensiva, sublimata dalle giocate offensive di Shields – sempre più leader e probabilmente destinato a un futuro oltreoceano -, Delaney, Hall, Rodriguez e di un “milanese” ritrovato come Nicolò Melli, che si è subito riadattato al basket europeo. Dominandolo.

L’ex giocatore di New Orleans Pelicans e Dallas Mavericks, tornato a Milano dopo essersene allontanato nel 2015, ha preso fin da subito in mano le redini della squadra, guidandola già più di una volta al successo con giocate decisive. È da lui che passano molte delle fortune di Milano e giovedì, contro il Barça, sarà per lui così come per tutta la squadra l’occasione di mostrare a tutta Europa che l’Olimpia Milano c’è e vuole tornare alle Final Four. Ancora pochissimi biglietti su olimpiamilano.vivaticket.it.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...