treno ibrido
treno ibrido

Si chiama Stadler Flirt Diesel-elettrico, è il nuovo treno ibrido, presentato nei giorni scorsi all’Expo Ferroviaria e destinato al servizio ferroviario regionale in Lombardia.

 

Si tratta di un ulteriore tassello nel complessivo piano di riordino del trasporto su ferro sul territorio. Con un consumo inferiore del 30 per cento rispetto agli altri convogli, questi mezzi garantiscono l’accesso e l’uscita dalle stazioni in modalità elettrica, assicurando una riduzione sensibile del rumore oltre che delle emissioni.

Lo scorso anno, Stadler e Ferrovie Nord Milano hanno firmato un accordo quadro per una quantità massima di 50 treni. Contestualmente alla firma del contratto, è stato effettuato un primo ordine di 30 Flirt. La consegna delle prime versioni del treno ibrido è prevista per la fine del 2021.

A fine novembre, invece, saranno consegnati i primi nuovi treni (di tipo Rock e Pop) che fanno parte del programma di acquisto, interamente finanziato da Regione Lombardia, di 176 nuovi convogli per un investimento di 1,6 miliardi di euro. «Ormai siamo vicini a questo momento molto significativo – ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti, Claudia Terzi -. L’impegno di Regione consentirà progressivamente di rinnovare la flotta più vetusta, quella di derivazione statale che ha 32 anni di media, mentre i treni già oggi in circolazione conferiti da Regione hanno nove anni di media».


www.mitomorrow.it