vaccini
vaccini

Per la prima volta da otto anni la Lombardia supera la soglia di vaccinazione dei bambini fino a 24 mesi: è pari, infatti, al 95,3 per cento la quota dei piccoli che hanno eseguito la copertura dei vaccini cosiddetta “esavalente” contro difterite, tetano, pertosse, epatite B, poliomelite ed haemophilus influenzae B, mentre si attesta al 94,2% quella contro morbillo, parotite e rosolia. Si tratta di numeri vicini a quelli del 2010 quando si erano vaccinati rispettivamente il 97,4% per l’esavalente e il 94,7% per il morbillo.

Secondo il report inviato dalla Regione Lombardia al Ministero della Salute, sull’esavalente c’è un recupero di due punti rispetto al minimo storico del 2015, ma soprattutto viene sfondata la soglia di sicurezza del 95% raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per la cosiddetta immunità di gregge. Numeri incoraggianti anche per la vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia, che nel 2015 era precipitata al 90,25% e ora sembra arrestare l’epidemia di morbillo che era tornata a preoccupare (767 casi nel 2017).

Secondo l’assessore regionale alla Sanità, Giulio Gallera, i risultati sono «frutto dell’azione combinata dell’obbligatorietà per l’ammissione all’asilo e di una campagna importante di sensibilizzazione». Cifre più che positive a Milano, nel 2017 era stato vaccinato con l’esavalente solo il 92% dei bambini di due anni, mentre nel 2018 la percentuale è cresciuta al 94,7% (+2,7%). Per morbillo, rosolia e parotite passiamo dall’89% al 93,7% (+4,7%).


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/