24.1 C
Milano
29. 05. 2024 16:19

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Ventiseiesimo appuntamento con la rubrica dedicata ai Municipi milanesi: andiamo in angoli nascosti della città

Più letti

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci circonda e di molti angoli di quartiere. Questa settimana traiamo spunto da questo per raccontare alcune iniziative che vanno invece nella direzione opposta, trainate dai milanesi sempre più orgogliosi della loro città e pronti a raccontarne le bellezze. A maggio si terrà l’ennesima edizione di Cortili Aperti nel bellissimo quartiere Laghetto, vicino all’università Statale e non distante dal Duomo: i residenti apriranno le porte dei loro palazzi ai visitatori.

Un’altra associazione ha lanciato l’iniziativa Cartelli Parlanti, con cui si punta a far conoscere meglio le gemme del quartiere Bovisasca. È invece un evento istituzionale e internazionale come la Design Week ad aprire eccezionalmente le porte di un gioiello abbandonato che ha da poco compiuto un secolo: l’ex Casa dell’Acqua di via Giacosa. Il Municipio 4, infine, si sta interessando alla chiesetta di Castagnedo: sta cadendo a pezzi, ma quale futuro immaginare e con quali risorse?

Particolarità e suggestioni di alcuni angoli di quartiere a Milano

 

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Municipio 1

Cortili Aperti a maggio – Voto 7,5

angoli di quartiere
 

L’Associazione Imprenditori Laghetto District ha ottenuto il patrocinio per la settima edizione dell’atteso e affermato appuntamento Cortili Aperti, l’11 maggio. Si tratta di una passeggiata guidata per scoprire i cortili nascosti del quartiere, il Laghetto, di cui l’associazione si propone di mantenere e migliorare l’immagine. A tal proposito chiedono da anni una ri-pavimentazione di via Bergamini e la riqualificazione di piazza Santo Stefano (ferma al palo).

 

Municipio 2

Via Giacosa e il design – Voto 7,5

angoli di quartiere
 

Presentato il palinsesto ufficiale della Milano Design Week edizione 2024. Zone storiche e nuovi itinerari per oltre milletrecento appuntamenti aperti al pubblico. Dopo la temporanea apertura dello scorso anno dell’Istituto Marchiondi (Baggio), quest’anno tocca al Municipio 2 ospitare un allestimento sensoriale all’interno di uno spazio comunale dismesso: l’affascinante ex Casa dell’Acqua di via Giacosa, edificio anni ’20 inserito nel contesto del parco Trotter. Sarà di buon auspicio?

 

 

Municipio 3

Benedetto, proposte dei giovani – Voto 7

angoli di quartiere
 

Un gruppo di giovani del quartiere tra corso Buenos Aires e la Stazione Centrale ha proposto un progetto per la rivitalizzazione di via Benedetto Marcello, oggi mal frequentata in orario diurno e serale (spaccio, prostituzione). Sfruttando la presenza del mercato il sabato mattina, l’idea è di occupare parte del parcheggio il venerdì pomeriggio/sera per inserire appuntamenti di cinema all’aperto. Il Municipio li ha convocati per un primo incontro, prossimo passo una raccolta firme.

 

Municipio 4

La chiesetta di Castagnedo – Voto 6,5

angoli di quartiere
 

Il Municipio si sta interessando alla chiesetta di S.Anna in Castagnedo, risalente al XII secolo e costruita dalle monache umiliate all’incrocio delle attuali vie Sulmona/Toffetti/Varsavia. Prima di tutto si sta cercando di risalire alla proprietà, che dovrebbe essere una società fallita, poi servirà trovare le risorse necessarie per un recupero complessivo con ricostruzione. Per farci cosa? Una prima idea riguarda uno spazio espositivo per giovani artisti, sfruttando anche lo spazio esterno.

 

Municipio 5

Interventi richiesti per il 2025 – Voto 7,5

angoli di quartiere
 

Il Municipio chiede, nell’ambito del Ptop 2025-27, di valutare la fattibilità tecnico-economica per i seguenti interventi: abbattimento e ricostruzione biblioteca comunale di via Fra Cristoforo, modifica viabilità in viale Ortles con pista ciclabile e corridoio verde, realizzazione di una piscina in zona Vigentino, miglioramento dell’accessibilità al borgo di Vaiano Valle, barriere anti-rumore nel quartiere Cantalupa e un nuovo ponte ciclo-pedonale a scavalco del Naviglio Pavese.

 

Municipio 6

Parola d’ordine: costruire – Voto 6

angoli di quartiere
 

L’area da 36mila metri quadri di via Gonin accanto al ponte Giordani è stata acquisita da una società immobiliare, che ha già avviato la bonifica per poi iniziare a costruire. Il Consiglio di Municipio ha espresso parere contrario per altezze non coerenti con l’edificato esistente, pur non avendo potere di bloccare queste operazioni: a tal proposito chiede un’area verde fruibile, alloggi a canone agevolato e un maggiore equilibrio tra area privata e area ceduta al Comune. L’edilizia, oggi, ha ancora bisogno di incentivi pubblici?

 

Municipio 7

Le priorità per l’anno prossimo – Voto 7,5

angoli di quartiere
 

Tra gli interventi segnalati come prioritari, da effettuare dunque nel 2025, il Municipio indica la riqualificazione delle piazze principali dei quartieri Olmi e Betulle, il miglioramento dei collegamenti viari e ciclabili con Cesano Boscone, la manutenzione straordinaria per il quartiere Saint Bon, la demolizione e ricostruzione della scuola primaria di via Massaua, il superamento delle barriere architettoniche alla fermata M1 di Inganni e l’ampliamento della biblioteca di via Albenga.

 

Municipio 8

Tanto movimento in zona – Voto 9

angoli di quartiere
 

Aggiornamenti vari. Si lavora per aprire da gennaio la scuola di via Brocchi. Entro il 2024 aprirà il Casva, al QT8, con sale lettura e studio, spazi per laboratori, un bar e l’archivio omonimo. Sono partiti i lavori per realizzare il cappotto termico, nuove caldaie, impianto satellitare e citofoni nelle case popolari di via Arsia. Si sta lavorando con i gestori del nuovo studentato tra Quarto e Novate per progetti nei dintorni. Infine prossime piazze scolastiche: Gattamelata, Pizzigoni, Maggianico.

 

Municipio 9

Alla scoperta della Bovisasca – Voto 8,5

angoli di quartiere
 

Il Municipio ha accolto la proposta di realizzazione del progetto Cartelli Parlanti, presentato dall’associazione Cittadini Bovisasca ODV, per la valorizzazione del quartiere Bovisasca. Un codice qr, predisposto in collaborazione con gli alunni e i docenti della scuola media Sorelle Agazzi di via Gabbro, aiuterà a orientarsi per le vie: i luoghi interessati sono la chiesetta e la cascina di San Mamete, la chiesa San Filippo Neri, la chiesetta di legno detta Baracca e la cascina Tri Coo D’Aji.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...