8.2 C
Milano
25. 04. 2024 10:46

Alla riscoperta della storia del Duomo di Milano: mostra fotografica in Cattedrale e in corso Vittorio Emanuele

La mostra interna si svolgerà dal 23 aprile al 22 luglio nella Sala Gian Galeazzo

Più letti

Si chiama “Con gli occhi del Duomo” ed è la mostra fotografica patrocinata dalla Veneranda Fabbrica dedicata alla Cattedrale che documenta tutta la storia di uno dei luoghi simbolo della città di Milano, dalle origini fino ai giorni nostri. Una mostra che prevede un doppio allestimento, uno interno al Duomo stesso e uno esterno lungo corso Vittorio Emanuele.

Le due mostre sul Duomo di Milano

La mostra interna si svolgerà dal 23 aprile al 22 luglio nella Sala Gian Galeazzo all’interno della Cattedrale, con l’ingresso che subirà una maggiorazione di tre euro rispetto ai biglietti ordinari, per motivi di capienza. Sarà invece gratuito alle sezioni espositive, nell’archivio della Veneranda Fabbrica. L’allestimento esterno invece si svolgerà dal 23 aprile al 26 maggio, con 15 pannelli fotografici su telaio in ferro e didascalie ed illuminazione per raccontare la storia della Veneranda Fabbrica e i suoi cantieri. Il 6 giugno, in occasione dell’inaugurazione delle aperture serali estive delle Terrazze del Duomo, un concerto del Quartetto d’Archi della Cattedrale promuoverà la mostra.

Duomo

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Duomo di Milano e non solo, il palinsesto di “Milano è Viva”

Nel frattempo, Palazzo Marino ha approvato le linee di indirizzo per realizzare il palinsesto “Milano è Viva nei Quartieri”, il progetto finanziato dal Ministero della Cultura e attuato e coordinato dal Comune di Milano – Cultura per sostenere e promuovere le attività di spettacolo dal vivo nelle aree meno centrali delle città metropolitane. Quest’anno il finanziamento ammonta a 1,1 milioni di euro e sarà destinato al sostegno economico per la realizzazione di rassegne e iniziative di spettacolo live che si svolgeranno nel periodo compreso tra il 21 giugno e il 31 ottobre 2024.

I progetti saranno selezionati attraverso una procedura di evidenza pubblica da un’apposita commissione, in base ai criteri indicati nel bando: tra questi, la prevalenza degli eventi in programma oltre la circonvallazione esterna 90/91, l’attenzione al coinvolgimento di spazi non convenzionali, la portata formativa del progetto, la presenza di laboratori dedicati alle arti performative.

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...