patrimonio edizilio
patrimonio edizilio

Raccontiamo spesso del patrimonio edilizio (comunale e non) abbandonato o da recuperare. Questa settimana tocca ad una palazzina nei dintorni di via Padova, all’angolo tra via Derna e via Oropa, dove la situazione è ormai critica in termini di illegalità e sicurezza sanitaria. Ci spostiamo in via Ripamonti, dove gli edifici abbandonati dell’ex provveditorato sono diventati teatro di un acceso rave nel fine settimana appena trascorso.

Buone notizie invece dal Municipio 7, dove un capannone da quasi 400 metri quadri con cortile e uno spazio da 75 metri in via Anselmo da Baggio saranno concessi tramite bando in uso a titolo oneroso per finalità di tipo sociale: sono ottime iniziative, per le casse del Comune e per i quartieri che recuperano edifici pubblici dimenticati da troppo tempo.

Municipio 1 – Santo Stefano in attesa di news – Voto 6

A differenza di altri progetti vincitori dell’ultima edizione del Bilancio Partecipativo, quello relativo alla futura riqualificazione di piazza Santo Stefano è ancora fermo al palo. Torniamo a parlarne saltuariamente perché è importante ricordare il valore di una zona un po’ trascurata e decimata dagli sventramenti post-guerra come il Verziere, a due passi dal Duomo, e le adiacenti via Laghetto, via della Signora, largo Augusto, via Larga e via Verziere (si parla da anni di una loro alberatura).

Municipio 2 – La palazzina da recuperare – Voto 4,5

Sopralluogo negli scorsi giorni del presidente di Municipio Samuele Piscina in una palazzina abbandonata in via Derna (parallela di via Padova) ad angolo con via Oropa. La situazione è insostenibile in termini di sicurezza, di illegalità e di emergenza sanitaria e, sostiene Piscina, è stata più volte segnalata al Comune. È anche recuperando e superando passo dopo passo queste criticità che un quartiere come questo può ritrovare la piena serenità che merita: a quando un intervento?

Municipio 3 – Scoperto un archivio straordinario – Voto 8

Registri, circolari, annotazioni degli insegnanti, direttive dei presidi: tutto rimasto ammassato per decenni nei sotterranei dell’istituto comprensivo Stoppani, la scuola elementare di Porta Venezia, e pronto adesso a ritrovare la luce grazie al lavoro straordinario dell’associazione Scuola Stoppani. È stato presentato il programma fino a dicembre per migliorarne la fruibilità, ma servono fondi per continuare la schedatura. Contatto mail: archivio@associazionescuolastoppani.com.

Municipio 4 – Tocca a piazza Artigianato – Voto 7,5

Nell’ambito della strategia di Palazzo Marino volta a riqualificare le piazze della città per renderle il centro effettivo dei quartieri, tocca adesso a piazza Artigianato in zona Forlanini. Il progetto, frutto di diversi sopralluoghi e incontri organizzati con cittadini e commercianti, è stato consegnato al Municipio 4 per le valutazioni e prevede un dialogo tra lo spazio centrale (oggi ampio e inutilizzato) e le attività commerciali con sedute, verde, rialzi pedonali e nuova pavimentazione.

Municipio 5 – Nuovo rave abusivo in Ripamonti – Voto 5

Un rave si è consumato nella notte tra sabato e domenica negli edifici abbandonati dell’ex provveditorato di via Ripamonti: qui si è radunato un centinaio di ragazzi che hanno forzato l’ingresso e dato vita a una festa abusiva con musica altissima e camper parcheggiati direttamente all’interno dei capannoni. I residenti, esasperati, hanno contattato la polizia che è intervenuta a notte inoltrata. È il secondo rave abusivo nel giro di una settimana: auspichiamo sia l’ultimo.

Municipio 6 – Via al Piano Quartieri – Voto 6,5

In occasione del Piano Quartieri appena lanciato dal sindaco Sala per la Milano che sarà da qui al 2021, un appuntamento di racconto e partecipazione aperto ai cittadini si terrà domenica 18 novembre dalle 9.30 alle 14.00 alla scuola secondaria di primo grado Gramsci, in via Tosi 21. Si parlerà del futuro itinerario ciclabile tra piazza Napoli e via Giambellino, di Lorenteggio, della piscina Cardellino e di edilizia scolastica per bonifiche e demolizione in via Strozzi e San Paolino.

Municipio 7 – Stabili comunali per il sociale – Voto 7,5

Prosegue il piano di valorizzazione economica degli immobili di proprietà comunale, con un’attenzione particolare alla destinazione d’uso di tipo sociale. Sono state approvate le linee di indirizzo per la concessione in uso a titolo oneroso di cinque immobili che verranno messi a bando nelle prossime settimane. Due di questi appartengono al Municipio 7, in via Anselmo da Baggio 50/A: un capannone da quasi 400 metri quadri (più 135 di cortile) e uno spazio da 75 metri al piano rialzato.

Municipio 8 – Il nuovo sogno in Cenisio – Voto 7,5

Gli appassionati sono già in fibrillazione per il nuovo sogno milanese (il rendering di fantasia è firmato Urbanfile) di un grattacielo destinato a raggruppare gli assessorati del Comune attualmente sparsi: la cittadella degli uffici, individuata in un terreno già comunale su via Cenisio, andrebbe a raccogliere oltre seimila dipendenti garantendo risparmi ai costi di gestione. Il sacrificato sarà il Pirellino di via Pirelli, che potrebbe essere messo all’asta con il nuovo anno.

Municipio 9 – La saga infinita per XXV Aprile – Voto 6

L’eterna saga per il parcheggio interrato di piazza XXV Aprile non è destinata a trovare una serena conclusione. I box, consegnati agli acquirenti nel 2014, hanno visto ritardi, costi lievitati a dismisura e la successiva creazione di una ztl non prevista inizialmente, che costringe chi ha pagato i box a comunicare regolarmente la targa dell’auto di proprietà in una procedura poco snella. La speranza dei residenti è che il dossier arrivi presto sui tavoli del Comune.