5.3 C
Milano
29. 11. 2022 06:28

FantaMunicipio #9: Milano vuole andare lenta

Nono appuntamento con la rubrica dedicata ai Municipi: tra i temi, spazio a dossi e castellane con i cittadini che pretendono più sicurezza stradale

Più letti

L’emergenza è nazionale: ancora troppi morti (e feriti) sulle strade. Milano inclusa. E sempre più cittadini, adesso, pretendono sicurezza. Le zone 30 garantiscono piena sicurezza stradale e salvano vite, ma vanno pensate e introdotte con molta attenzione (e non con un semplice cartello). L’Italia è l’unico Paese europeo a non avere linee guida per i tecnici. Le prime sono nate negli anni ’60 in Olanda.

Oggi Copenaghen, Berlino, Parigi e Amsterdam sono modelli assoluti. A Berlino pedoni e ciclisti hanno sempre la precedenza, ovunque. Altro esempio: facciamo un decimo dei controlli rispetto al nord Europa. L’Italia, insomma, è ancora fanalino di coda. Bologna ha appena annunciato che tutta la città sarà zona a 30km/h, ma anche a Milano l’esigenza è sempre più sentita: i Municipi 2, 5 e 9 ne sono un esempio.

Milano vuole andare lenta

Municipio 1

Nuovo polo del lusso – Voto 8

Municipio 1Il primo dicembre, nello spazio dell’ex Seminario Arcivescovile di corso Venezia 11 (un capolavoro assoluto del ‘600 milanese), verrà inaugurato Portrait Milano del gruppo Ferragamo. Sarà un hotel con camere, spa, bar, ristoranti e boutique: un vero e proprio polo del lusso aperto anche su via Sant’Andrea. L’obiettivo è rendere il maestoso cortile un punto di riferimento per cittadini e turisti. Il progetto, curato dall’architetto De Lucchi, è affascinante e ambizioso. Perfetto per Milano.

Municipio 2

Ciclabile umana da record – Voto 9

Municipio 2La più lunga ciclabile umana che Milano abbia mai visto per chiedere al Comune di proteggere dai posteggi abusivi la pista ciclabile di viale Monza. Realizzata nel 2020 e sfruttatissima, è anche spesso utilizzata per soste temporanee che costringono i ciclisti a recarsi in mezzo alla carreggiata (con grande rischio per l’incolumità). Il Comune, incapace di far rispettare le regole, verrà sensibilizzato? Ritrovo giovedì alle 7.30 in viale Monza, all’angolo con via Popoli Uniti.

 

Municipio 3

Il Pnrr per via Rizzoli – Voto 8,5

Municipio 3Grazie a un progetto voluto dal Comune e finanziato con venti milioni di euro nell’ambito del Pnrr, i caseggiati di via Rizzoli 13-45 e 73-87 saranno protagonisti di una profonda riqualificazione (energetica, impiantistica e manutenzione straordinaria). La giunta comunale ha definitivamente approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica. Sono interventi necessari per un quartiere che nei prossimi anni sarà interessato da importanti e positive trasformazioni urbanistiche.

Municipio 4

Il bosco della musica – Voto 9

Municipio 4L’ex bosco della droga di Rogoredo (dove comunque l’emergenza non è del tutto rientrata) sarà riconvertito alla cultura grazie alla musica. È infatti stato presentato il progetto che ha vinto il concorso per il nuovo campus del Conservatorio: ci saranno un auditorium, una residenza universitaria e due scuole (una di jazz). Un progetto finanziato dal Ministero delle Infrastrutture, dal Ministero dell’Università e dalla Regione Lombardia. Lavori all’alba del 2024, con obiettivo 2026.

Municipio 5

Dossi in via Selvanesco – Voto 6,5

Municipio 5Una delle richieste più pressanti e urgenti del Comitato Selvanesco riguarda la posa di dossi o castellane nell’omonima via, con un limite a 30km/h al momento solo di facciata e non rispettato. Si tratta di una via di campagna adiacente al Parco del Ticinello percorsa da automobilisti, pedoni, ciclisti, bambini, ragazzi e anziani. La questione è stata affrontata anche in Consiglio Comunale e con un sit-in organizzato dai cittadini. Ora aspettiamo i fatti.

 

Municipio 6

Via Brunelleschi e non solo – Voto 7,5

Municipio 6Un tratto di via Brunelleschi, all’altezza del cavalcavia Don Lorenzo Milani, è stato inserito dal Municipio in una delibera per il recupero sosta a seguito dei numerosi interventi in atto nel quartiere. Intervento, peraltro, che è all’interno di un piano più ampio di ampliamento e riqualificazione delle aree verdi della zona e di messa in sicurezza delle vie limitrofe. Il parco lineare che andrà a sostituire la ferrovia lungo Porta Genova, invece, sarà gestito direttamente dal Comune.

 

Municipio 7

Lo stadio progettato da Boeri – Voto 6,5

Municipio 7Mentre proseguono gli incontri delle istituzioni con i cittadini per il futuro dello stadio San Siro (uno degli ultimi si è tenuto con i ragazzi delle scuole superiori del quartiere), l’architetto Boeri ha presentato un progetto per un nuovo impianto: uno stadio-bosco a dimensione familiare e lontano almeno cento metri dalle case. Al contempo ha evidenziato la necessità che il distretto attorno sia destinato al tempo libero e allo sport. La situazione, comunque, è ancora in divenire.

 

Municipio 8

Via Bolla: passo fondamentale – Voto 8

Municipio 8Dopo un lavoro di mesi guidato dalla Prefettura e incoraggiato dal Comune, le forze di polizia hanno effettuato lo sgombero di un’intera palazzina in via Bolla: 156 alloggi, di cui circa 90 occupati abusivamente. Aler, proprietaria degli spazi, sta mettendo il tutto in sicurezza e a breve avvierà una riqualificazione totale. Un passo fondamentale per ridare dignità a un angolo abbandonato del quartiere Gallaratese. Ora però è necessario fare lo stesso in altre zone.

Municipio 9

L’incrocio choc al Montalbino – Voto 5,5

Municipio 9Ennesimo incidente all’insidioso incrocio tra via Cufra, via Sarzana, via Taormina e via Airolo, zona Montalbino. I residenti stanno adesso compilando una petizione per chiedere dossi, specchi concavi e dissuasori di parcheggio. In generale sarebbe necessario anche impedire la sosta entro alcuni metri dall’incrocio, così da garantire una migliore visuale per chi attraversa. E Milano ha bisogno di un maxi piano per la sicurezza stradale da attuare in tempi rapidi.

In breve

FantaMunicipio #11: proposte per la città, ripensiamole tutti insieme

Sempre più cittadini si ritrovano in strada per discutere delle problematiche di alcune aree e per cavarne fuori idee...