FantaMunicipio #3: verde, fuori e dentro

937

In attesa della Green Week, Milano si porta avanti con nuovi interessanti sviluppi sul fronte del verde urbano. In particolare nel carcere del San Vittore verrà presentato nei prossimi giorni un giardino condiviso nato grazie al supporto di sponsor e numerosi enti, che sarà gestito anche dai detenuti. Al Municipio 5 ci si prepara per l’inizio dei lavori per il primo lotto del Parco Ticinello, finalizzati al miglioramento degli ingressi e alla creazione di percorsi ciclo-pedonali ad hoc. In piazza Firenze, intanto, qualcuno pensa al ridisegno delle aiuole. Di una potatura avrebbero invece bisogno le piante selvatiche e infestanti che stanno facendo man bassa del ponte adiacente alla quattrocentesca chiesa di San Cristoforo. Ché il verde piace a tutti, ma con i dovuti limiti.

Municipio 1 – Giardino condiviso in carcere – Voto 7,5

All’interno del carcere di San Vittore ha preso vita un giardino condiviso, che sarà svelato alla cittadinanza in occasione dell’ormai imminente Green Week (ne parliamo a pagina 2, ndr). Sarà curato dai detenuti affiancati da addetti ai lavori e rappresentanti di associazioni verdi. L’aspetto più positivo? La sinergia tra i vari partner interessati: Municipio 1, Comune, agronomi, sponsor, direzione, personale e detenuti del carcere. Per regalare sprazzi di umanità a un luogo delicato.

Municipio 2 – Galleria Zodiaco, c’è l’accordo – Voto 7

La ribattezzata Galleria Zodiaco tra via Padova 179 e via Paruta 38, passaggio pedonale privato ma ad uso pubblico d’ingresso verso due palazzi e l’ex cinema Zodiaco, godrà finalmente di una meritata pace: i due condomini proprietari dello spazio si sono infatti accordati per l’installazione di un cancello da entrambi i lati (a cui accederanno solo i residenti) e per la successiva posa di telecamere. Si chiude così il capitolo di un angolo spesso al centro della cronaca.

Municipio 3 – Assemblea su Città Studi – Voto 6

Liberi e Uguali presenterà due interrogazioni parlamentari, alla Camera e al Senato, per invocare chiarezza sul progetto di trasferimento delle facoltà scientifiche della Statale nella zona ex Expo. Città Studi merita un piano specifico di eventuale riutilizzo di ogni singolo edificio abbandonato, ma per ora ha raccolto solo sterili promesse: nel frattempo è prevista per il 9 ottobre una assemblea pubblica, presso il dipartimento di informatica di via Celoria, per discutere del rilancio del quartiere.

Municipio 4 – Piccoli passi per Rogoredo – Voto 6,5

Milano saluta definitivamente lo scheletro di via Boncompagni e si prepara ad accogliere l’albergo di una grande catena internazionale giapponese. Ma le buone notizie per Rogoredo non sono finite qui: stanno partendo i cantieri di un nuovo edificio a uffici adiacente alla stazione, si sta lavorando a un presidio h24 per il lato Atm della stessa e a metà ottobre il Municipio organizzerà una giornata di studio sul futuro di questo quadrante di città: tutti invitati, dagli urbanisti ai cittadini.

Municipio 5 – Ottime notizie per il Ticinello – Voto 8

C’è finalmente una tempistica per l’avvio del primo lotto al Parco del Ticinello: ad annunciarla lo stesso presidente di Municipio, Alessandro Bramati. Si partirà a novembre, dopo che gli ortisti avranno liberato l’area e che Amsa interverrà per pulizia e bonifica da residui di amianto, con termine previsto nel giugno 2020. Gli obiettivi? Valorizzare gli ingressi nord ed est, con percorsi ciclo-pedonali, il margine sud (via Selvanesco) e alcuni manufatti idraulici dal carattere storico-culturale.

Municipio 6 – L’incuria a San Cristoforo – Voto 5

Quanto si dovrà attendere per (ri)consegnare alla quattrocentesca chiesa di San Cristoforo un contesto degno della sua storia? Comune, Sovrintendenza e Canale Villoresi rimangono immobili: a denunciare, per l’ennesima volta, l’incuria in cui versa la zona è il portale Urbanfile. Lo scenario include piante selvatiche su sponde e ponte, moto disseminate ovunque, ringhiere rotte da mesi e mai sostituite, galleggianti dimenticati e un guardrail proprio a ridosso della chiesa.

Municipio 7 – Cagnino, restyling parcheggi – Voto 6,5

Quarto Cagnino: si parte con la riqualificazione e messa in sicurezza dei parcheggi (193 posti auto) in via Pio II per oltre 700.000 euro. I lavori veri e propri inizieranno a marzo/aprile del 2019, ma già a ottobre le aree saranno consegnate ad Atm e recintate, così da impedire la sosta abusiva dei camper. Il tutto finirà entro settembre del prossimo anno, con inclusi una nuova pavimentazione, nuovi alberi e 34 nuovi pali per l’illuminazione pubblica. Decoro e sicurezza passano anche da qui.

Municipio 8 – Potatura e pulizie in piazza – Voto 6

I lavori di potatura e pulizia dei giardini di piazza Firenze, richiesti a gran voce da Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente), residenti e commercianti, si sono conclusi con successo. Nei prossimi giorni gli stessi incontreranno l’assessore al verde Pierfrancesco Maran per proporre una serie di idee per il miglioramento viario, delle stesse aiuole e per la messa in sicurezza dell’area cani. Piccoli spiragli per una piazza tra le più caotiche e disordinate della città.

Municipio 9 – Mobilità in zona Villa Litta – Voto 5,5

Novità per Villa Litta ad Affori: l’assessore alla mobilità Marco Granelli ha annunciato l’intenzione di regolamentare l’accesso delle auto nel parco e recuperare un’area parcheggio dietro il muro delle ex scuderie adesso adibite a prato. Alcuni residenti segnalano anche le difficoltà per raggiungere la villa in bici da sud: quando la ciclabile in Pellegrino Rossi si interrompe, la strada diventa pericolosa. Urge rivedere la mobilità in zona: ne va della sicurezza di tutti.