8.2 C
Milano
21. 02. 2024 02:48

Il Salone del Mobile fa 60. Parola d’ordine: sostenibilità

La sessantesima edizione rilancia un forte asse tra design e ambiente

Più letti

Ci siamo. Da oggi a domenica Milano veste i panni della capitale del design ospitando nel polo fieristico di Fieramilano Rho la sessantesima edizione del Salone del Mobile. Si tratta di un traguardo tutt’altro che simbolico, da celebrare attraverso i valori chiave: qualità, innovazione, bellezza e sostenibilità. E così dopo il SuperSalone dello scorso settembre, ora la manifestazione più partecipata d’Italia torna con tutti i crismi del caso, pur slittata di due mesi rispetto alla sua collocazione naturale di aprile.

«Da sempre, il Salone del Mobile è catalizzatore di creatività ed energie – spiega Maria Porro, Presidente del Salone del Mobile -. È generatore di bellezza, inclusione, nuove opportunità. La manifestazione si fa “foglio bianco” a disposizione di tutti i suoi protagonisti, imprese, brand, designer, per progettare la propria identità, valorizzare i propri contenuti, raccontare le proprie storie. Un punto di riferimento per l’intera design community. Non possiamo fermarci, ma abbiamo anzi il dovere di accelerare verso soluzioni progettuali, produttive e distributive il più possibile sostenibili; oggi più che mai serve un approccio etico al design».

Al Salone, vedremo tante aziende impegnate nel realizzare arredi ponendosi come obiettivo il benessere dell’ambiente e delle persone. «Il Salone – prosegue Porro – sostiene la necessità di una transizione ecologica reale e immediata: proprio per questo ha deciso di essere acceleratore di percorsi etici e virtuosi investendo in un grande progetto curato dall’architetto Mario Cucinella. Aziende e creativi, infatti, potranno toccare con mano materiali alternativi già industrializzati, lasciarsi ispirare dalla visione di aree urbane quali possibili “miniere” di materie prime, riflettere sulla funzione della casa come cellula di un organismo più complesso: la città” conclude la Presidente.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Salone del Mobile, le linee guida

Il Salone del Mobile, infatti, ha varato e diffuso una serie di linee guida che aiutino gli espositori e chi progetta e costruisce gli stand a seguire basilari criteri di sostenibilità. Si suggerisce loro di prediligere l’uso di materiali riutilizzabili (come il legno), di recupero (upcycling), a basso impatto ambientale o certificati FSC e PEFC; di considerare la sostenibilità logistica delle fonti di approvvigionamento dei materiali stessi; di adottare, nella realizzazione degli allestimenti, prodotti e attrezzature ambientalmente sicuri; di evitare gli sprechi di materiali, energia elettrica e acqua; di fare in modo che “adattabilità” e “disassemblabilità per il riutilizzo” siano i principi cardini nella scelta delle componenti che costituiranno il progetto, avendo già in mente dove e in che modo potranno venire riutilizzate o smaltite.

Il Salone si impegna a seguire le medesime raccomandazioni nella realizzazione degli spazi comuni in fiera. Così facendo, quest’edizione farà da palcoscenico ai progressi fatti da creativi, designer, brand e aziende su questo tema e, coinvolgendo i giovani talenti del SaloneSatellite, scommetterà sulle nuove generazioni che, cresciute in un’epoca di crisi, aspirano a una produzione e a una fruizione più equa e responsabile.

Il benessere ambientale e sociale sarà anche il tema di Design with Nature, l’installazione progettata dall’architetto Mario Cucinella per il “compleanno” del Salone e ospitata nel padiglione 15 di S.Project: 1.400 metri quadri che racconteranno un ecosistema virtuoso che vorrebbe, idealmente, rappresentare il futuro dell’abitare.

Se gli eventi degli ultimi anni ci hanno fatto riscoprire il valore della socialità e della condivisione – riflette l’architetto che, con grande integrità, porta avanti da anni una visione e un approccio progettuale circolare –, questo nostro sentire deve trovare ancora un equilibrio con quanto ci circonda, sia con gli spazi che viviamo e i territori che occupiamo (casa, città, pianeta), sia con le risorse di cui disponiamo. Da questa valutazione di base scaturiranno le tre tesi di cui l’installazione si fa portatrice e amplificatore: l’urgenza della transizione ecologica, la casa come primo tassello urbano e la città come miniera.

Salone del Mobile 2022

Salone del Mobile, torna EuroCucina

Per la sessantesima edizione del Salone del Mobile sarà anche il turno delle biennali di EuroCucina, del suo evento collaterale FTK (Technology For the Kitchen) e del Salone Internazionale del Bagno. La cucina si confermerà quale spazio plurifunzionale, espressione del vivere contemporaneo, i cui confini con altri ambienti domestici si fanno sempre più labili fino ad annullarsi: spazio fluido, ibrido, integrato e baricentro della casa, aggregatore sociale e non solo dispensatore di bisogni essenziali. Mentre le aziende dell’arredobagno che, da anni, investono in ricerca e innovazione per ottenere prodotti a basso consumo idrico in linea con i più recenti requisiti di sostenibilità richiesti dal mercato avanzeranno proposte sempre più tecnologiche e green oriented senza dimenticare, tuttavia, la componente emozionale.

Salone del Mobile, un settore in ripresa

Secondo i preconsuntivi 2021 elaborati dal Centro Studi FederlegnoArredo la filiera nel suo complesso ha registrato un incremento del 14,1%, rispetto al 2019, con oltre 49 miliardi di euro di fatturato alla produzione. Dinamico l’andamento del macro sistema arredamento e illuminazione, che chiude il 2021 a +11% sul 2019, con un fatturato di oltre 26 miliardi di euro e un saldo commerciale pari a 9,3 miliardi di euro. Il mercato italiano dell’Msa chiude il 2021 +12,8% sul 2019, mentre le esportazioni crescono del +9,4%.

Salone del Mobile, si rinnova la partnership con Identità Golose

Il Salone del Mobile ha scelto di rinnovare la propria collaborazione con Identità Golose Milano – Hub Internazionale della Gastronomia. Il rispetto per l’ambiente e le sue risorse sarà, dunque, il fil rouge che caratterizzerà la partecipazione di Identità Golose con un nuovo progetto gastronomico che prenderà forma nel padiglione 15. Anche le proposte degli chef coinvolti aiuteranno a capire come, attraverso un nuovo modo di concepire la cucina e la creazione dei piatti, sia possibile impattare ogni giorno un po’ meno sull’ambiente.

I piatti serviti saranno uno spunto per riflettere su come fare la spesa, quali ingredienti scegliere, come cucinarli e consumarli, riducendo al minimo gli sprechi. In una direzione più etica e sostenibile. Una seconda e più importante postazione proporrà ai visitatori un itinerario alla scoperta delle creazioni più iconiche di alcuni fra i più grandi chef e artigiani italiani.

Salone del Mobile, l’omaggio alla città: una speciale installazione a Palazzo Reale

In occasione della sua 60esima edizione, il Salone del Mobile sceglie un approccio originale per raccontarsi e far conoscere i suoi valori fondanti a un pubblico internazionale. Da oggi al 17 giugno, nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, andrà in scena La Scatola Magica. Undici parole per undici autori: un’installazione audiovisiva site-specific dedicata a 11 principi istituzionali che sono, da sempre, impressi nel suo dna – Emozione, Impresa, Qualità, Progetto, Sistema, Comunicazione, Cultura, Giovani, Ingegno, Milano, Saper Fare. Tireranno le fila del racconto, rispettivamente, altrettanti registi italiani: Francesca Archibugi, Pappi Corsicato, Davide Rampello, Wilma Labate, Bruno Bozzetto, Luca Lucini, Claudio Giovannesi, Gianni Canova, Donato Carrisi, Daniele Ciprì, Stefano Mordini.

Obiettivo: risvegliare il nostro senso della meraviglia per creare un’esperienza memorabile e, attraverso il linguaggio del cinema e del teatro, celebrare il compleanno della Manifestazione e Milano nel segno della bellezza. L’allestimento sarà caratterizzato da una monumentale “camera oscura” − un parallelepipedo di 6metri di altezza per 24metri di profondità − che trae ispirazione dal mondo visionario e immaginifico dei dispositivi ottici del pre-cinema e che ospiterà un vero e proprio spettacolo in 3 atti. A firmare il concept e la produzione esecutiva è Davide Rampello, con Rampello & Partners Creative Studio.

Il visitatore, entrando nella camera oscura, avrà l’impressione di trovarsi in un’elegantissima galleria d’arte. I capolavori nella stanza saranno la metaforica chiave d’accesso al racconto. Quando le pareti si oscureranno, questa “scatola magica” si trasformerà in una sala cinematografica in cui saranno proiettati 11 film d’autore realizzati da 11 grandi firme della regia italiana: ciascun regista ha interpretato secondo la propria personale cifra stilistica una parola del Manifesto del Salone del Mobile.Milano, trasformandola in un corto d’autore. Il finale sarà un vero e proprio “colpo di teatro”. L’installazione è aperta gratuitamente al pubblico, dalle 10.30 alle 19.30.

Salone del Mobile, le info

Salone del Mobile. Milano
Fieramilano Rho
Per operatori da oggi a domenica 12 giugno, dalle 9.30 alle 18.30

Per pubblico solo sabato 11 e domenica 12 giugno, dalle 9.30 alle 18.30

Registrazione obbligatoria su salonemilano.it
Biglietto: 35 euro

In breve

FantaMunicipio #20: una città più a suon di musica

La notizia della settimana per la città riguarda senza dubbio la musica e la presentazione, effettuata nel corso di...
A2A
A2A