3.9 C
Milano
27. 01. 2023 13:03

Mesté, vini naturali e sapori autentici

Come nasce il locale nella zona Sud di Milano

Più letti

Vino e amicizia. Sono questi gli elementi che hanno portato alla nascita di Mesté, Vini e Fornelli, enoteca con cucina nella zona Sud di Milano, in via Corrado II il Salico 12, che prende il nome dal termine “mestee” (in dialetto milanese “lavoro” NDR). Daniele ha un passato da Vinoir mentre Marco lavorava nell’azienda di famiglia, la storica Gastronomia Bonardi. Entrambi appassionati professionisti del vino. Nel 2013 nasce una forte amicizia ma solo nel 2019 aprono questo locale con tavoli raw e sedie recuperate dalle aule scolastiche. Una ventina di coperti e un dehor esterno che spunta fra i palazzi.

Mesté, le eno-proposte

Sia all’ora dell’aperitivo (dalle 18.00 alle 20.30) sia durante la cena, Daniele in sala consiglia etichette rigorosamente naturali di piccole realtà. Niente vini da scaffali della grande distribuzione, solo bottiglie selezionate, dopo un lungo lavoro di ricerca e basato sulle relazioni con i vignaioli, create da decenni di lavoro nel settore. In più, cinque etichette a marchio Mesté: proposte che vanno dal Monferrato al Parco del Pollino.

Mesté, la cucina

Marco, invece, è ai fornelli e propone una selezione di piatti della tradizione lombarda ma interpretati con spunti originali e uno stile preciso, senza sovrastrutture. I cavalli di battaglia sono i mondeghili, la trippa, il risotto al salto e il guancialino di manzo in cassoeula. Una cucina che segue la stagionalità e la reperibilità delle materie prime che arrivano fresche da piccoli produttori e aziende agricole. Un rapporto diretto con la maggior parte dei fornitori che porta a variare spesso il menù, a seconda della disponibilità degli ingredienti. Info su meste.it.

In breve

FantaMunicipio #17: così le rotonde diventano piazze

Cantieri sempre aperti a Milano dove molte rotonde cambieranno pelle. La notizia della settimana è l'avvio dei cantieri per...