11.2 C
Milano
29. 02. 2024 23:39

La pizza a Milano costa sempre di più: prezzi in crescita (quasi) ovunque, ecco i quartieri più cari e i più economici

Il costo medio di una margherita è aumentato del 13% rispetto al 2022 e del 16% rispetto al 2021

Più letti

La crescita dell’inflazione ha portato a un caro-prezzi che sta pesando sempre più sui consumi degli italiani, anche su uno dei piatti preferiti e più ricercati, in particolare la pizza a Milano. Maiora Solutions, startup innovativa specializzata nello sviluppo di strumenti di intelligenza artificiale e analisi avanzata dei dati per aziende di diversi settori, ha misurato quanto stanno incidendo questi aumenti.

Quanto è aumentato il prezzo della pizza a Milano

Attraverso Resmart, il primo strumento di intelligenza aumentata dedicato al mondo della ristorazione, la società fondata da Andrea Torassa ed Emilio Zunino ha analizzato i delivery menù di oltre 100 pizzerie milanesi, nei 10 quartieri cittadini, per valutare in quali zone e in che misura l’aumento dei prezzi si è fatto più sentire nel biennio 2021-2023. Dallo studio emerge che il costo medio di una pizza margherita a Milano nel 2023 è di circa 7,80 euro, prezzo cresciuto del 13% rispetto al 2022, quando lo stesso piatto costava 6,90 euro, e del 16% rispetto al 2021 (pari 6,70 euro).

Pizzadagiù

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Pizza a Milano: i prezzi quartiere per quartiere

Nello specifico, secondo Resmart emerge che i quartieri oggi più cari sono il Centro, dove la margherita costa mediamente 9,40 euro e l’area di Porta Romana-Cadore-Montenero dove il prezzo è pari a 9,20 euro. Di contro, si spende meno a Famagosta-Barona e Ghisolfa-Cenisio dove bastano 6,00 euro, in media, per la stessa pizza. Le variazioni di prezzo, dal 2021 al 2023, mostrano però aumenti considerevoli: in Centro, infatti, il caro-pizza ha registrato quest’anno il +42% rispetto al 2022, mentre nell’area Arco della Pace-Arena-Pagano la crescita è stata pari al +35% e oggi per mangiare una margherita in questa zona servono mediamente 9 euro.

Pizza a Milano, l’analisi degli incrementi

Si tratta di incrementi notevoli, che però si riducono se ci si allontana dal centro cittadino: a tal proposito, risulta che nei quartieri di San Vittore-Ticinese, Porta Romana-Cadore-Montenero, Ripamonti-Vigentino e Amendola-Buonarroti-City Life i prezzi sono sì aumentati tra il 2022 e il 2023, ma l’incremento è risultato compreso in una forbice del +10% e +16%. In particolare, per una margherita ad Amendola-Buonarroti-City Life servono oggi, mediamente, 8,70 euro; prezzo che scende sensibilmente a San Vittore-Ticinese (8,50 euro) e in maniera più sostenuta nelle zone di Porta Romana-Cadore-Montenero, Ripamonti-Vigentino, dove bastano 6,90 euro per la stessa pizza.

Spostandosi nell’area Navigli-Bocconi, il costo medio della margherita nel 2023 è cresciuto dell’8% rispetto al 2022 e oggi si ferma a 7,80 euro. Tuttavia, l’aumento è ben più rilevante se si compara il prezzo corrente con quello del 2021: in questo caso la crescita tocca il +27%. Una fotografia che cambia nei quartieri Solari-Washington, Famagosta-Barona e Ghisolfa-Cenisio, dove i prezzi tra il 2022 e il 2023 sono rimasti stabili, e oggi offrono anche la pizza margherita più economica della città: il costo medio, infatti, oscilla tra i 6 euro e i 6,5 euro.

In breve

FantaMunicipio #21: tutto il fieno che va in cascina in città

Settimana ricca di incontri, di novità e di fieno in cascina in città. Sono in via di definizione gli...
A2A
A2A