4.9 C
Milano
30. 11. 2022 20:38

#Ioleggoperché: scuole e librerie per far leggere i più piccoli

Più letti

Più di una scuola su quattro prima di ricevere i libri di #ioleggoperché era senza biblioteca scolastica. Lo dice un’indagine dell’AIE, l’Associazione Italiana Editori promotrice da sei anni dell’iniziativa che punta a rifornire le scuole di libri di lettura nuovi. Il progetto parte da un’idea semplice: chiunque può andare in una libreria di quartiere per acquistare un volume per bambini e donarlo alla propria scuola. Quest’anno #ioleggoperché avrà il suo culmine da domani al 13 novembre.

A Milano, dove, all’Istituto Comprensivo Giacosa si è tenuta la conferenza di presentazione nazionale, sono coinvolte 393 scuole e 81 librerie. Lo studio di AIE ha evidenziato la catena virtuosa che si innesca incrementando o creando le biblioteche scolastiche: non solo si incentiva i più piccoli a leggere, ma spesso all’interno delle scuole si avviano laboratori di lettura e di scrittura, incontri con gli autori. Inoltre i bambini possono a loro volta trasmettere la passione per i libri alle loro famiglie e i benefici di questa operazione arrivano a tutta la filiera dell’editoria. Sul sito ioleggoperche.it si può consultare l’elenco delle scuole e delle librerie che aderiscono.

La novità più importante di questa edizione è l’adesione anche da parte dei nidi, in tutto 250, fra Lombardia, e le province di Novara e Verbano.Cusio-Ossola. Fino ad ora, infatti, l’iniziativa era rivolta a partire dalle scuole dell’infanzia fino alle superiori. Nasce così ioleggoperchéLab – Nidi: l’associazione Nati per leggere ha individuato 10 titoli, adatti per le singole fasce di età, dai libri tattili per i piccoli di pochi mesi, fino alle prime storie adatte ai bambini di 2-3 anni.

Per aiutare a promuovere il progetto, quest’anno è nata una collaborazione con il Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. che ha affidato alla campionessa olimpica di sci Sofia Goggia il compito di ambasciatrice, insieme allo storico testimonial Rudy Zerbi. Per restare nel mondo dello sport, durante le partite di calcio di Serie A e serie B di questa settimana i capitani delle squadre scenderanno in campo con un libro, che verrà donato ai bambini presenti. A partire dal 14 novembre inizierà inoltre Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, campagna nazionale che riunisce insegnanti, studenti e lettori volontari per realizzare iniziative di letture ad alta voce.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...