lamiere
lamiere

Danilo Deninotti, Giorgio Fontana e Lucio Ruvidotti, Lamiere. Storie da uno slum di Nairobi, Feltrinelli Comics (144 pagine, 16 euro)
La collana a fumetti di Feltrinelli curata da Tito Faraci continua nella sfida di portare ai
lettori reportage a fumetti assolutamente originali. Dopo Salvezza, Lamiere è la storia di un
viaggio all’interno di una dei peggiori slum di Nairobi, capitale di uno degli stati più
avanzati dell’Africa, ma anche uno tra i più controversi per quel che riguarda i contrasti
sociali. Deep Sea è il luogo in cui i tre autori sono approdati, grazie alla ONG Rainbow for
Africa che da anni opera nel luogo.

Carlotta Cossutta, Valentina Greco e Arianna Mainardi, Smagliature digitali. Corpi,
genere e tecnologie, Agenzia X (183 pagine, 15 euro)
Cyberfemminismo, xenofemminismo, accelerazionismo: no, non è un delirio da saga
cyberpunk, ma alcune correnti filosofiche e femministe tuttora presenti e che vengono
indagate dalle tre autrici in questo saggio, con lo scopo di provare a capire la relazione tra
il corpo e le nuove tecnologie, il concetto di vita e riproduzione, senza dimenticare
riflessioni sullo spazio e tematiche a esso legate come la mobilità e l’attivismo.

Matteo B. Bianchi, Yoko Ono. Dichiarazioni d’amore per una donna circondata
d’odio, ADD (249 pagine, 13 euro)
Chi ha paura di Yoko Ono? In molti, visto che le viene attribuito l’allontanamento di John
Lennon e il definitivo scioglimento dei Beatles. Matteo B. Bianchi in questo libretto cerca di
ribaltare la prospettiva raccontando l’artista che era ed è, ancora oggi: cantante, regista,
attivista dei diritti umani, performer, una carriera che farebbe impallidire qualsiasi star del
presente. Il racconto intreccia non solo aneddoti della vita della Ono, ma anche quelli
personali di B. Bianchi.

suONO
Il tributo a Yoko Ono da parte di B. Bianchi non si esaurisce in un libro, ma diventa un vero
e proprio esperimento di parole, musica e design. D’altronde, B. Bianchi non è nuovo a
questi ibridi: per suONO sono stati chiamati a collaborare e rivisitare a proprio modo
diversi artisti della scena indie italiana come MYSS KETA, Lucia Manca e Populous, gli
Egokid e Boosta dei Subsonica. Il tutto “rivestito” dalla meravigliosa grafica di Olimpia
Zagnoli.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/