ligabue 2020
ligabue 2020

Balliamo sul mondo, Non è tempo per noi, Marlon Brando è sempre lui, Bambolina e barracuda, Bar Mario, Sogni di rock ‘n’ roll: iniziava con questi singoli, nel 1990, la carriera di Luciano Ligabue e nel 2020, il rocker di Correggio celebrerà trent’anni di carriera.

Ben tre decenni in cui è riuscito a interpretare ruoli artistici poliedrici (cantante, regista, scrittore) e a richiamare tra gli spalti un numero enorme di spettatori, oltre che a fare incetta di riconoscimenti. Gli sono stati assegnati sessanta premi per la sua attività musicale, cinque per l’attività di scrittore ed altre dodici onorificenze per la sua attività cinematografica.

La sua attività di cantante comincia in realtà qualche anno prima del ‘90. Già nel 1986 diventa il fondatore degli Orazero, una band “amatoriale” con la quale inizia a calcare i palchi e dal cui connubio prendono forma alcuni dei brani firmati dal Liga poi divenuti celebri: Sogni di rock’n’roll, Anime in plexiglass, Sarà un bel souvenir, Bar Mario e Figlio d’un cane.

La sua prima traccia ufficiale arriva un paio di anni dopo: è Anime in plexiglass/Bar Mario, il 45 giri di debutto. Scoperto da Pierangelo Bertoli, esordisce davvero, con il suo primo album in studio, nel 1990. Ligabue diventa anche il titolo del suo disco d’esordio.

A proposito di questo stesso album, il Liga nel 2007 ha dichiarato: «Credo tuttora che il primo album di chiunque sia sempre significativo, perché è fatto con un’incoscienza che non puoi programmare e che in seguito, inevitabilmente, perdi. Altre cose che influiscono sono la quantità solitamente ampia del repertorio nel quale si può attingere e il poco tempo a disposizione per incidere, e tutto ciò conferisce a quel disco, caratteristiche che sono, nel bene e nel male, irripetibili, ed è proprio quello che è successo a me: c’erano voglia di fare bene, fretta e inesperienza in studio, ma in sostanza mi sento dire che Ligabue è un debutto dotato di personalità».

La sua consacrazione arriva però nel 1995, con il disco Buon compleanno Elvis, nel quale è pubblicata anche l’indimenticabile Certe notti. Tra i tanti momenti di successo, un vero e proprio picco Liga l’ha raggiunto nel 2005. Con 165.264 persone a Campovolo, ha detenuto il record europeo di spettatori paganti per un concerto di un singolo artista (un record poi battuto qualche anno dopo da Vasco).

Per celebrare questi trent’anni di carriera, il cantautore non ha ancora annunciato nulla. Ma ha svelato che qualche sorpresa bisognerà attendersela.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/