4.6 C
Milano
24. 01. 2022 14:09

Ambrogini d’Oro 2021: oltre 100 candidature, in lizza anche Arnaldo Pomodoro e Filippo Tortu

L'elenco completo dei nomi già usciti, scoppia la polemica su Alfonso Signorini

Più letti

Sono oltre 100 le candidature per gli Ambrogini d’Oro 2021, con le ultime due proposte di peso che riguardano Arnaldo Pomodoro e Filippo Tortu. C’è ancora molto riserbo, come normale che sia, circa i nomi proposti ma qualche rumors appare. E sono rumors di gente importante, che ha raggiunto grandi traguardi nel corso della sua storia, artistica o sportiva che sia.

Ambrogini d’Oro 2021, le oltre 100 candidature 

Gli Ambrogini d’Oro 2021 verranno consegnati dal sindaco di Milano, Beppe Sala, e dalla presidente del Consiglio comunale, Elena Buscemi, il prossimo 7 dicembre al Teatro Dal Verme. In totale saranno 35 le riconoscenze che verranno emesse, 15 medaglie d’oro e 20 attestati. Ieri, 3 novembre 2021, le candidature erano più di cento. Tra quelle arrivate in extremis figurano anche lo scultore Arnaldo Pomodoro e il velocista Filippo Tortu. Il primo, classe 1926, è stato candidato dai consiglieri del Pd, Angelo Turco e Luca Costamagna. Il secondo dal capogruppo della Lega, Alessandro Verri. Per Tortu pesa enormemente il titolo di campione olimpico ottenuto alle Olimpiadi di Tokyo 2020 quest’estate con la staffetta 4×100. Per Pomodoro, invece, parla la sua lunga carriera, che l’ha portato ad essere uno dei massimi esponenti mondiali della scultura contemporanea. 

Albiani dice no a Signorini

Ovviamente, come da tradizione, spazio anche alle polemiche. Michele Albiani, attivista Lgbtq e responsabile Diritti per il Pd milanese, dice no alla candidatura di Alfonso Signorini, direttore di Chi e conduttore del Grande Fratello vip, proposta dal consigliere Gianluca Comazzi di Forza Italia: «Leggo dei nomi tipo Signorini e Borgonovo (giornalista de La Verità, ndr) come candidati agli Ambrogini. Dovrete passare sul mio orgoglioso, coloratissimo, biondo cadavere». E candida, a sua volta, il dj Diego Passoni, voce di Radio Deejay vincitore di un Diversity media award.

Gli Ambrogini alla memoria 

Tra coloro che candidano persone purtroppo scomparse c’è Carlo Monguzzi, capogruppo dei Verdi, che candida Emilia Cestelli, moglie di Nando Dalla Chiesa e da sempre in prima fila nella lotta alla mafia, morta a maggio dopo una lunga malattia. Monguzzi è lo stesso che ha candidato anche Francesca Barbieri alias Fraintesa, la blogger di viaggi morta lo scorso aprile dopo una lunga malattia per un tumore al seno.

fraintesa

Alcuni nomi di candidati già usciti

Spulciando i nomi che sono già usciti dei candidati a vincere l’Ambrogino d’Oro 2021, ci sono il difensore del Milan, Simon Kjaer (ha salvato la vita al suo compagno di nazionale Christian Eriksen durante gli ultimi europei), il campione del mondo Marco Materazzi, Enrico Pazzali, presidente della Fondazione Fiera, Remo Ruffini, presidente e ad di Moncler, Tommaso Claudi, diplomatico italiano rimasto a Kabul anche nei giorni della conquista talebana, il giornalista Aldo Cazzullo, il filosofo Stefano Zecchi, la figlia di Paolo e nipote di Silvio, Nicole Berlusconi (fondatrice della onlus Islander), il conduttore e filosofo Paolo Del Debbio, Vanni Oddera, campione di motocross fautore del progetto della mototerapia per bambini disabili, la nuotatrice Arjola Trimi e il chirurgo oncologo Ermanno Leo. Una medaglia alla memoria è stata proposta per lo scrittore Andrea G. Pinketts.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...