2.7 C
Milano
27. 01. 2023 22:49

Milano-Cortina 2026, Malagò: «La cerimonia inaugurale sarà sicuramente a San Siro»

Più letti

Nella cornice di Palazzo Marino, alla presenza della delegazione del CIO, si è tenuta la conferenza stampa in vista dei prossimi Giochi Olimpici di Milano-Cortina 2026. Tra i presenti, oltre alla delegazione internazionale che ha parlato dell’importanza dei Giochi Olimpici e dell’attuale organizzazione italiana, c’era il presidente del CONI, Giovanni Malagò.

Milano-Cortina 2026 e San Siro

Il numero uno dello sport italiano, tra le tante cose, ha parlato anche della questione San Siro che tiene banco non solo a Milano ma nel resto del paese: «Stadio? La cerimonia inaugurale sarà sicuramente a San Siro, non c’è altro luogo in Italia che possa ospitarla. A noi non riguarda la cosa, ma siamo solo spettatori interessati. Ovviamente c’è qualcosa da sistemare che non è in linea con i parametri dell’organizzazione. Siamo al 14 dicembre del 2022, in tre anni e quattro mesi abbiamo cambiato quattro governi. Quattro soggetti diversi. Rendetevi conto la difficoltà di fare la maratona così. Per fine 2025 dobbiamo avere tutto pronto, ci saranno le rappresentanti delle federazioni e sappiamo dei test che sono parte fondamentale».

Milano-Cortina 2026, un «lavoro congiunto»

Sempre nella giornata di oggi si è conclusa l’ispezione della delegazione del Comitato Olimpico Internazionale agli impianti e le infrastrutture che nell’inverno del 2026 saranno chiamati a ospitare i Giochi Olimpici Invernali di Milano-Cortina 2026. Il capo della Commissione di coordinamento del CIO, Sari Essayah, ha sottolineato come «questa visita ci ha dato l’opportunità di incontrare il nuovo amministratore delegato dei Giochi, Andrea Varnier. Con lui abbiamo avuto un confronto molto costruttivo, adesso passiamo a una fase più operativa. I prossimi passi da compiere sono focalizzati sulle priorità che abbiamo identificato e riguarda l’ottimizzazione del budget dal momento che stiamo affrontando un periodo molto difficile, complice anche l’inflazione e il caro energia. Dobbiamo continuare a lavorare insieme, abbiamo bisogno di stabilire connessioni con tutta la comunità e poi capire ciò che potremo lasciare all’Italia. Sarà un lavoro congiunto. Se ci sono delle differenze e divergenze sono convinta che riusciremo ad andare avanti grazie al confronto e l’aiuto reciproco».

Milano-Cortina 2026, parla Varnier

L’attuale ad delle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026, Andrea Varnier, ha aggiunto di essere «onorato di essere qui, c’è pressione. Devo ringraziare tutti gli stakeholder, a partire dal Governo che mi ha scelto per questo ruolo. Ci metterò tutto il mio entusiasmo, la mia passione e la mia energia. Sono state due giornate interessantissime qua a Milano. Bisogna rafforzare la ricerca di partner. Bisogna continuare il lavoro Già fatto e perfezionare il tutto. Criticità? È un tema già accennato, va coinvolto l’intero paese».

In breve

FantaMunicipio #17: così le rotonde diventano piazze

Cantieri sempre aperti a Milano dove molte rotonde cambieranno pelle. La notizia della settimana è l'avvio dei cantieri per...