Ottobre 2019, Milano è Area C

area_c

Ottobre sarà dedicato all’Area C. Il mese sarà un altro di quelli da segnare bene sul calendario dei divieti in città. Dopo l’introduzione di Area B, a febbraio, ci sarà un nuovo ulteriore giro di vite per quello che riguarda gli accessi dei veicoli nella Cerchia dei Bastioni, quella che rimane identificata come Area C.

IL TERMINE • Dal 1° ottobre 2019, infatti, non potranno più accedere in centro nemmeno i veicoli alimentati a gasolio Euro 4 di proprietà dei residenti che dal 1° gennaio scorso fino al 30 settembre disporranno di soli quaranta ingressi gratuiti.

I veicoli di questa categoria non potranno più accedere alla ZTL al termine degli accessi concessi o, comunque, dal 1° ottobre anche qualora non fossero terminati i quaranta ingressi disponibili. Dalla stessa data saranno al bando in centro anche i motoveicoli e ciclomotori a gasolio di classe Euro 0 ed Euro 1.

TRASPORTO PUBBLICO • La scure del Comune, da ottobre, si abbatterà anche su taxi e veicoli Ncc. Le autovetture Euro 4 diesel senza Filtro Anti Particolato saranno vietate così come le Euro 3 ed Euro 4 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,0045 g/km.

Discorso analogo per i mezzi adibiti al trasporto di merci: banditi in questo caso gli autoveicoli Euro 1 benzina, gli Euro 3 ed Euro 4 leggeri diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,0045 g/km. Il Comune di Milano sul sito istituzionale comune.milano.it evidenzia bene tutto il calendario progressivo dei divieti.

Ad ogni modo, si consiglia sempre di consultare il libretto di circolazione per verificare i dati e le caratteristiche del proprio mezzo. In particolare, per la classe del veicolo (M1, M2, M3, N1, N2, N3), il campo di riferimento è il J. Per quanto riguarda il valore del contributo emissivo di CO2, il campo di riferimento è il V7. Infine, per verificare le emissioni di particolato, la sigla da guardare è la V5.

IBRIDI • Saranno ancora “salvi” i mezzi ibridi. Fino al 30 settembre 2022 le autovetture (classe M1) di questa tipologia saranno esentate dal pagamento. Dal 1° ottobre 2022 decorrerà il pagamento per le autovetture (classe M1) ibride con il contributo emissivo di CO2 >100 g/Km, mentre dal 1° ottobre 2023 scatterà il pagamento per tutti gli autoveicoli ibridi diversi dalle autovetture (ovvero per le classi M2, M3, N1, N2, N3).

INCENTIVI • Restano a disposizione, per tutto il 2019, gli incentivi per la rottamazione dei veicoli più inquinanti. La giunta di Palazzo Marino ha definito nuovi contributi per sostituire le auto, i motoveicoli e i ciclomotori più vecchi di proprietà di famiglie residenti a Milano e con un reddito ISEE fino a 20.000 euro annui.

I bonus sono destinati a chi sostituisce il veicolo più inquinante e acquista un’auto immatricolata per il trasporto persone nuova o a chilometro zero alimentata a elettricità, ibrida benzina/elettrico, metano, ibrida benzina/metano, GPL, benzina euro 6 anche in leasing.

Sarà anche possibile acquistare un’auto usata, sempre trasporto persone, in questo caso anche benzina Euro 5. Gli incentivi varranno anche per l’acquisto di uno scooter ad alimentazione elettrica, una cargo bike anche a pedalata assistita.

40
Gli ingressi consentiti ancora ai residenti in Area C proprietari di veicoli Euro 4 diesel: dal 1° ottobre 2019 la ZTL non sarà più accessibile

www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/