24.9 C
Milano
29. 05. 2024 18:12

San Siro, abbattimento sì o abbattimento no? La partita è nelle mani di Emanuela Carpani

Gli occhi sono ora tutti puntati sul vincolo storico che grava sul secondo anello dello stadio

Più letti

Emanuela Carpani, 55 anni, architetto e soprintendente all’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Milano: è lei la professionista nelle cui mani c’è il futuro dello stadio San Siro. Sarà lei a decidere se riaprire il dossier per l’abbattimento del Meazza o meno. Abbattimento che però, giorno dopo giorno, sembra essere sempre più vicino e più scontato. Gli occhi sono ora tutti puntati sul vincolo storico che grava sul secondo anello, il quale rende l’ipotesi della demolizione della struttura e della costruzione di un nuovo impianto nella stessa zona non più fattibile.

San Siro, abbattimento sì o abbattimento no?

Carpani, architetto sergnanese proveniente dalla Soprintendenza di Venezia, avrà un ruolo fondamentale per la vita dello stadio Meazza. Studi, approfondimenti, analisi e confronti di vario tipo le permetteranno di capire in quale direzione andare. Se demolire San Siro o meno. Ovviamente tenendo conto sia quelle che sono le volontà di Inter e Milan, sia il parere dei milanesi e dell’amministrazione comunale.

Inizialmente il progetto prevedeva la demolizione della struttura e la costruzione di un’altra nella stessa area. Poi però, considerato il vincolo di interesse culturale che scatterà nel 2025 per quanto riguarda il secondo anello, questo progetto è stato scartato. Ma come mai parliamo di vincolo di interesse culturale? La risposte è molto semplice.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

san siro nuovo stadio a La Maura
San Siro

Le rampe del secondo anello del Meazza sono state costruite nel 1955 e la normativa attuale prevede che, dopo settant’anni scatti questo famoso vincolo. Dunque il tutto dovrebbe accadere tra due anni, nel 2025. Secondo la legge che concerne i beni appartenenti al patrimonio pubblico, il secondo anello non si potrà demolire in vista di uno stadio nuovo.

Ma senza stare ad aspettare il 2025, sappiamo che nelle prossime settimane il club nerazzurro e quello rossonero, nonché i milanesi stessi, avranno risposte più chiare e precise.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...