20.4 C
Milano
24. 06. 2024 22:17

Arrivano i taxi volanti a Milano, due “vertiporti” a CityLife e Porta Romana: ecco quanto costeranno

L'investimento complessivo sarà di poco più di 30 milioni di euro

Più letti

In occasione delle Olimpiadi Invernali 2026 saranno attivi i taxi volanti a Milano. Il prossimo anno inizieranno i lavori per la costruzione di due vertiporti a CityLife e Porta Romana e due negli aeroporti cittadini: il prezzo iniziale dovrebbe essere di circa 120 euro a passeggero, ma è possibile che si scenda fino a 70-80 euro. Ad annunciare la grande novità è stata Sea, la società che gestisce i due aeroporti del capoluogo lombardo.

Taxi volanti a Milano, investimento da 30 milioni

L’amministratore delegato di Sea, Armando Brunini, ha confermato il progetto all’audizione comunale delle commissioni Bilancio, Mobilità e Controllo enti partecipati. Verrà creata una nuova società che si occuperà della progettazione, costruzione e gestione dei vertiporti, cioè le piste e le strutture nelle quali gli aerotaxi elettrici decolleranno e scenderanno. L’investimento complessivo sarà di poco più di 30 milioni di euro, con un fatturato che nel 2030 raggiungerà i 13 milioni di euro.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Quanto costeranno i taxi volanti a Milano

«Lo scopo è migliorare l’accessibilità agli aeroporti e decongestionare il traffico urbano – spiega Brunini -, mentre l’obiettivo che ci si pone è essere pronti per le olimpiadi 2026». «I prezzi li stabilirà l’operatore del servizio. Secondo le analisi fatte il costo iniziale per 2 passeggeri che viaggiano da Malpensa alla città di Milano sarà all’inizio di 120 euro a persona, grosso modo quello che si paga con un Ncc». Il prezzo scenderà quando saranno introdotti poi taxi volanti in grado di trasportare 4-6 passeggeri: «A quel punto si immagina che il costo della tratta Malpensa-Milano possa scendere a 70-80 euro».

Taxi volanti a Milano, verso l’inizio dei lavori

«Per quanto riguarda in particolare le aree per i primi due vertiporti previsti a Milano – ha aggiunto Brunini – i contatti sono già avviati, abbiamo immaginato dove posizionarli, per quello di CityLife siamo in fase più avanzata, per Porta Romana ci sono ancora delle opzioni che stiamo valutando, ma i proprietari sono società e sono molto molto interessante perché il servizio aggiunge valore al loro asset immobiliare».

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...