4.9 C
Milano
30. 11. 2022 21:18

Ambrogino d’oro 2022, prime candidature: da Abatantuono alla mamma del Leoncavallo

Tanti i nomi già proposti, ed è subito polemica (politica, ovviamente...)

Più letti

Iniziano ad arrivare le prime voci, i primi rumors, attorno ai possibili candidati alla conquista dell’ambizioso Ambrogino d’oro 2022, il riconoscimento che più di ogni altro racchiude in sé tutta la milanesità. In un periodo dove ancora si sentono gli echi dell’esclusione di Luigi Amicone e Vincenzo La Russa al Famedio di Milano, ecco partire subito le polemiche attorno all’Ambrogino d’Oro, che come da tradizione verrà consegnato il prossimo 8 dicembre ai vincitori. Come riferisce Mia News, tra le candidature più controverse ci sono quelle già annunciate dal capogruppo di Europa Verde, Carlo Monguzzi, che vorrebbe un riconoscimento alla memoria a Carmen De Min, la mamma del Leoncavallo: «Una donna meravigliosa – le parole di Monguzzi – . Chiunque andasse da lei a chiedere aiuto trovava sempre la porta aperta. È sempre stata dalla parte degli umili. Una persona di assoluto valore, indipendentemente da dove abbia svolto le sue azioni. Candido la persona non il Leoncavallo».

Carlo Monguzzi area B
Carlo Monguzzi

Ambrogino d’oro a De Min, scatta subito la polemica

Una candidatura, quella di Carmen De Min, che ha innescato subito la polemica: «Se De Min non fosse stata del Leoncavallo non sarebbe stata candidata – la replica della consigliera ed europarlamentare della Lega, Silvia Sardone – . Si tratta di una candidatura ideologica come quella della scuola Rete senza permesso che offre istruzione agli immigrati. Come al solito la sinistra va a braccetto con i centri sociali». Per quanto riguarda le altre candidature, il forzista Gianluca Comazzi propone l’artista Maurizio Cattelan. Mentre Andrea Mascaretti di Fratelli d’Italia, da poco eletto al Senato, punta alla memoria di Piero Pirelli, il presidente del Milan che fece costruire San Siro nel 1926. La stessa Silvia Sardone propone l’attore Diego Abatantuono, ma anche il giornalista Paolo Del Debbio ed il profilo social MilanoBellaDaDio. Memo Remigi è la proposta di Alessandro De Chirico, mentre Diana De Marchi del Pd punta sul sito WikiMafia. 

Diego Abatantuono
Diego Abatantuono

La candidatura dell’Accademia Scherma Milano 

Scende in campo anche Alessandro Giungi, consigliere del Pd a Palazzo Marino, che anticipa un’altra candidatura: «Insieme ad Angelica Vasile abbiamo candidato agli Ambrogini d’oro 2022 l’Accademia Scherma Milano, l’associazione che insegna scherma che ha più tesserati disabili d’Italia, tra persone in carrozzina e ipovedenti. Un vero esempio di inclusività». Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Riccardo Truppo, annuncia una sua proposta: “Avanzerò una candidatura per la tavola dei cavalieri campani che è un’associazione di milanesi di origini campana e napoletana molto attiva in ambito sociale e culturale da anni. Ritengo possano essere molto meritevoli di civiche benemerenze».

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...