9.7 C
Milano
04. 03. 2024 02:42

Artigiano in Fiera, c’è un appuntamento col Natale

Fino al 10 dicembre a Fiera Milano Rho: nuovi Paesi e un padiglione in più

Più letti

L’attesa è finita. Da domani, per nove giorni, torna l’appuntamento con la tradizione pre-natalizia di Artigiano in Fiera. Siamo all’edizione numero 27, sempre nei padiglioni di Fiera Milano (Rho), con ingresso gratuito tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.30.

Artigiano in Fiera, i protagonisti

Quest’anno Artigiano in Fiera si sviluppa su 8 padiglioni (uno in più rispetto al 2022), con 2.550 espositori (dei quali oltre 600 nuovi) e 86 Paesi del mondo presenti e rappresentati. Tutta l’Italia è presente al gran completo, così come l’Europa dove spicca la Francia con i suoi artigiani e i suoi prodotti di qualità, ma anche la Spagna, l’Austria, il Portogallo. Il Paese d’Onore è la Tunisia, la cui area nel padiglione 5 ospiterà l’inaugurazione di Artigiano in Fiera 2023, domani alle 12.00.

Dall’Africa si conferma la grande presenza del Marocco con l’unione delle cooperative del Mogador, legate principalmente a due progetti sociali in merito all’emancipazione femminile e all’aiuto alle donne con bambini in condizioni di difficoltà. Dall’Asia si segnala la grande presenza espositiva dell’Arabia Saudita, presente in Artigiano in Fiera sotto l’egida diretta del Ministero della Cultura di Riad che ha selezionato più di quaranta aziende artigiane e che con la Culinary Art Commission promuove per la prima volta in Europa la cultura gastronomica saudita con un ristorante di tipicità.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Dal Vietnam, con il supporto diretto del Ministero dell’Agricoltura, si presenta un gruppo di giovani artigiani selezionati nell’ambito del progetto “One Country One Priority Product”, programma quinquennale della FAO per la promozione di Prodotti Agricoli Speciali con qualità e caratteristiche uniche. Significativi il ritorno della Corea del Sud, la crescita dell’Indonesia e il ritorno di aziende artigiane direttamente dalla Cina.

Dalle Americhe, tra le novità, c’è Panama con un gruppo di artigiani specializzati negli accessori moda, nel tessile, nella pittura e nella produzione del caffè, in arrivo grazie a PROPANAMA, l’Autorità per l’Attrazione degli Investimenti e Promozione delle Esportazioni di Panama. Tra i nuovi Paesi Artigiano in Fiera da’ il benvenuto a Rwanda e Uzbekistan, per la prima volta presenti con una rappresentazione del meglio dell’artigianato locale.

Artigiano in Fiera, l’offerta della ristorazione

Anche quest’anno l’offerta gastronomica si presenta variegata e in grado di soddisfare la curiosità dei visitatori con 30 ristoranti e 18 luoghi del gusto. Si rinnovano le proposte della Pizzeria napoletana, ma anche la cucina di Messico e Argentina, mentre debutta la ristorazione della Valle d’Aosta e – prima volta in Europa – sarà presente un ristorante delle specialità dell’Arabia Saudita.

Artigiano in Fiera, le aree tematiche

Tornano i saloni tematici come Vivere la casa, vetrina per le imprese artigiane specializzate nell’arredamento, nella valorizzazione degli spazi su misura e nelle soluzioni per l’abitare contemporaneo, l’Atelier Moda & Design, area dedicata al mondo del fashion e al design di alto livello, con creazioni sartoriali, gioiellerie artigianali e start up innovative. E infine, il Salone della Creatività, spazio dedicato agli hobbisti e alle arti creative e manuali tra decoupage e patchwork, con laboratori dal vivo.

Artigiano in Fiera, per i più piccoli

Presso la reception dei padiglioni 6/10 sarà allestita un’area bambini a cura di Leolandia con tanti servizi dedicati ai piccoli visitatori della fiera e alle loro famiglie. “Leolandia in Fiera” è animata da tanti show e servizi, dove i più piccoli possono divertirsi in assoluta sicurezza dalle 12.00 alle 18.00 nella magica atmosfera del parco più amato d’Italia. Sono previste anche due aree gioco: una per i bimbi 4-7 anni, con spettacoli e laboratori, e una per piccoli 0-36 mesi (con presenza di un genitore).

Artigiano in Fiera, come raggiungere i padiglioni

I principali mezzi di trasporto per raggiungere la manifestazione restano la linea M1 della metropolitana (fermata Rho Fiera) e le linee del passante ferroviario (Trenord) e l’Alta Velocità (Italo). Da sabato 2 a domenica 10 dicembre, I treni della linea S11 Como S.G. – Monza – Milano Porta Garibaldi circolano con una nuova numerazione, vengono prolungati fino/da Rho e saranno effettuati anche nelle giornate di sabato e festivi.

Trenord mette a disposizione anche il biglietto promozionale denominato “Artigiano in Fiera con Trenord” valido per effettuare un viaggio di andata e ritorno da tutte le stazioni della Lombardia a Rho fiera Milano, su tutti i servizi Trenord in seconda classe, escluso il Malpensa Express e i treni regionali di Trenitalia che effettuano servizio in Lombardia. Il biglietto promozionale “Artigiano in Fiera con Trenord” è in vendita al prezzo di 13,00 euro fino al 10 dicembre, presso tutta la rete Trenord, in formato COP e da canali online Trenord. La disponibilità totale di parcheggi sarà di oltre 10.000 posti auto.

Artigiano in Fiera, la consegna a domicilio

Presso la reception dei padiglioni 1/3, grazie all’accordo con Poste Italiane, è possibile richiedere il servizio di consegna a domicilio dei propri acquisti effettuati in Artigiano in Fiera. Le tariffe, a partire da 9 euro, variano a seconda dei pesi e degli ingombri della merce.

L’ingresso ad Artigiano in Fiera è gratuito: ogni visitatore può ottenere il proprio pass sul sito artigianoinfiera.it in pochi e semplici click. I visitatori delle precedenti edizioni e i clienti della piattaforma online hanno già ricevuto il pass gratuito sul proprio indirizzo e-mail.

Artigiano in Fiera, le novità del 2023: oltre 200 realtà di prodotti naturali

Tra i temi portanti dell’edizione 2023 di Artigiano in Fiera c’è la promozione del biologico, vegano e senza glutine, più generale, dei prodotti naturali del “vivere bene”, che rappresentano ormai un mercato in espansione grazie ad una forte domanda da parte del pubblico. Tra Italia, Europa e Resto del Mondo saranno presenti 226 aziende con prodotti biologici, vegani e gluten free, per lo più certificati a vario titolo, a livello nazionale e territoriale. Presso il padiglione 6 sarà presente un’area dedicata con 34 aziende specializzate nel biologico, vegano e gluten free.

Artigiano in Fiera, le storie

Dal Fermano provengono le calzature 100% vegane di Risorse Future, prodotte in filiera locale senza lavorazioni esterne a chilometro zero. Biologiche, invece, sono le birre di Romagna Beer prodotte con grani antichi bio e canapa bio, e di Birra Love, la prima al mondo ad essere ottenuta in Franciacorta tramite tecniche olistiche. La Società Agricola Serenissima, invece, produce in Veneto integratori alimentari a base di Spirulina (Arthrospira Platensis) certificata, controllata, biologica. Da provare i liquori tipici calabresi e le specialità a base di bergamotto de La Spina Santa che coltiva a regime biologico.

In ambito agroalimentare si distingue la nuova generazione degli olivicoltori del Frantorio Mercurius, inserito nel comprensorio DOP Aprutino Pescarese, che ogni anno produce olio extra vergine di oliva Bio ottenuto principalmente dal cultivar Dritta, presente nell’area sin dall’epoca rinascimentale. Poco più giù per lo Stivale, nel Parco Nazionale del Gargano, la Cooperativa Vaira si occupa da generazioni della produzione di olio extravergine di oliva in regime biologico e certificate col Sistema UNASCO per la rintracciabilità di filiera.

Artigiano in Fiera
Artigiano in Fiera

Artigiano in Fiera, i giovani

Biologiche e naturali sono le farine e la pasta da grandi antichi della giovane Roberta Buosi, che in Friuli Venezia Giulia raccoglie le pannocchie di mais una ad una per scegliere le più belle da tenere come semenza per l’anno successivo, e del Molino Merano, certificato bio da oltre trent’anni che presenta una gamma di più di venti farine bio macinate in un molino dedicato. E ancora: il laboratorio erboristico artigianale Euphytos, esempio di imprenditoria femminile che in Piemonte, da cinque generazioni, lavora con le piante officinali per produrre integratori alimentari biologici.

Sempre dal Piemonte, l’Azienda Agricola Cuor di Nocciola delle Langhe, a conduzione famigliare alla quarta generazione, coltiva nocciole biologiche certificate a Cravanzana, esaltandone il gusto in pasta di nocciole 100% e creme spalmabili. Ci sono anche le nocciole bio di Nativa di Giovanni Piergentili dal 2020 utilizza per realizzare spalmabili nell’Agrofalisco, il cuore pulsante del comparto agricolo laziale, territorio capofila del Biostretto della Via Amerina.

Un’area, quella della provincia di Viterbo, dove opera anche Andrea Lannaioli, titolare di Tenuta il Melograno sulle colline dei Monti Cimini, per trasformare melagrane bio di diverse varietà in succhi dalle proprietà benefiche. Privi di glutine e lattosio sono i prodotti del Salumificio Benese di Bene Vagienna, nel Cuneese, dove dal 1973 la lavorazione artigianale, la ricerca di materie prime di eccellenza e la costante attenzione alla sicurezza alimentare caratterizzano le produzioni di salumi d’eccellenza tipici del territorio.

Così come senza glutine sono le delizie di Artigiana Funghi di Soveria Mannelli, nel Cosentino, nata nel 1935 quando ancora i funghi si raccoglievano e barattavano con sale, olio e peperoncini. Per i cultori del riso quello dell’Azienda Agricola Le Colombare, nel territorio della provincia di Verona, è della varietà Vialone Nano, antico quanto unico marchio IGP a potersi fregiare quale “riso di Verona”. Tutte da scoprire sono le spezie bio di Biomundus, da Ferrara: dal pepe nero e Timut, maca rossa e proteine di canapa.

Spazio anche alla cosmetica naturale di DeaOliva di Gerardo Giovine che seleziona le più innovative materie prime di origine vegetale e da agricoltura biologica. E ancora: dalla Francia il mondo della lavanda e degli oli essenziali biologici di Sas Pjm, dalla Persia i datteri e lo zafferano di Seyed Mehdi Najafi, 100% naturali e senza conservanti, da Aleppo gli oli di argan 100% biologici per corpo, capelli, viso de La Maison d’Orient, dal Burkina Faso il burro di karitè di Abasaf.

Artigiano in Fiera, il comparto vegan

Prodotti vegani sono protagonisti della collettiva V Label, partner di Artigiano in Fiera, al padiglione 6 che ospita, tra i vari, l’Associazione Vegetariana Italia (AVI), le aziende agricole Bocale di Valentini, Azienda agricola Carusel, Gatti Piero, Riccardi Giuseppe e Figli, Bec, Cantina Paradiso, Cascina San Cassiano, Dea Graph di Roberto Moro, Drei Donà – Tenuta la Palazza, Fratelli Da Lozzo, Laboratorio Cannavacciuolo, Latitude Food, Mondovè, Pan, PT Skin IV, Ragood, Tenute Solar, UNICA Il cestino di pane, Isabella Valentino, Very V, Zeta, Eat Meat, Verdino Green Foods, Azienda Agricola Il regno del marrone.

Artigiano in Fiera, la “chicca”: il gin al panettone. Viaggio negli Spiriti Leggendari

Tra gli oltre 2.500 espositori di Artigiano in Fiera c’è anche la storia di Spiriti Leggendari che parte da vecchi manuali di distillazione, un piccolo alambicco e un freddo garage dove venivano distillati i primi gin. Tre ragazzi (Stefano Nizzolini, Davide Brassini e Valerio Visconti) accomunati dalla passione per questo distillato, abbandonati i loro vecchi lavori, hanno scelto di imparare da zero l’arte della distillazione per arrivare alla creazione di un gin bilanciato e armonioso, dai tratti decisi e dagli aromi corposi, evidenti dal primo assaggio.

Gin spiriti leggendari
Gin spiriti leggendari

Il prodotto di punta è il Bio Botanical, un gin agrumato nel quale il ginepro valorizza in un perfetto equilibrio aromatico le altre otto botaniche presenti. E in Artigiano in Fiera presenteranno due nuovi tipi di Gin (Biobotanical e Navy Strength) e due amari (DAHU Luce e DAHU Luce notturno), oltre ad una novità a edizione limitata; il Gin distillato al Panettone, i primi nel mondo a commercializzarlo, imbottigliato con bottiglie di diverso colore: bianco, rosso e verde a conferma della forte connotazione Made in Italy.

Artigiano in Fiera, le info

Da domani a domenica 10 dicembre
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.30
Ingresso gratuito
Pass su artigianoinfiera.it

In breve

FantaMunicipio #21: tutto il fieno che va in cascina in città

Settimana ricca di incontri, di novità e di fieno in cascina in città. Sono in via di definizione gli...
A2A
A2A