9.7 C
Milano
04. 03. 2024 03:25

Rinasce il Salone dell’auto di Torino: sostituirà il Milano-Monza Motorshow?

Dopo tre anni di trasferimento tra Milano e Monza, parte la riflessione su un evento che non è mai riuscito ad entrare nel cuore dei milanesi

Più letti

Il Salone dell’auto di Torino, con una storia che affonda le radici nel 1900 alla Palazzina delle Belle Arti al Valentino, sta per fare il suo grande ritorno nella città piemontese. Dopo una pausa di tre anni, aggravata da un anno di stop a causa della pandemia e un trasferimento controverso a Milano, l’evento ritorna nella sua città natale grazie agli sforzi di Andrea Levy, il presidente e manager visionario dietro al rilancio.

Un format rinnovato e due eventi distinti

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il ritorno del Salone dell’auto a Torino non segna la fine del MIMO, il Milano-Monza MotorShow. O meglio, non dovrebbe, visto che lo stesso Andrea Levy sottolinea che il Salone di Torino e il MiMo milanese saranno due eventi distinti, ognuno con un proprio carattere. Mentre il MiMo è più legato agli eventi in pista a Monza, il Salone di Torino si rinnova con un format che esalta aspetti culturali e storici dell’industria automobilistica, offrendo un percorso che abbraccia passato e futuro del settore.

Salone dell’auto di Torino, un percorso culturale e storico

Il Salone dell’auto di Torino si concentrerà sulla storia dell’auto, con mostre e pannelli espositivi lungo i portici della città. Questi pannelli racconteranno l’evoluzione di vari brand automobilistici, dalla loro prima auto prodotta all’ultimo modello sul mercato. Il percorso toccherà luoghi storici di Torino, come il Valentino, Stupinigi e Venaria, ripercorrendo l’evoluzione della mobilità, dalle carrozze trainate dai cavalli ai modelli più tecnologici e sostenibili di oggi.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Date e accessibilità dell’evento di Torino

L’evento si terrà dal 13 al 15 settembre 2024, snodandosi nel centro di Torino, tra Piazza Carlo Felice, Via Roma e Piazza Castello. Sarà un evento open air e gratuito, con ogni casa automobilistica che esporrà due nuovi modelli e un’auto iconica. Saranno anche disponibili test drive aperti al pubblico per auto elettriche e ibride plug-in. Inoltre, in collaborazione con Autolook, verranno organizzati gli Autolook Award, contribuendo a rendere l’evento ancora più ricco e variegato.

Un evento che unisce passato e futuro: e il MIMO?

Il ritorno del Salone dell’Auto a Torino rappresenta non solo un ritorno alle origini, ma anche un passo verso il futuro dell’automotive. Con un occhio alla storia e l’altro alle innovazioni più recenti, il Salone si prepara a diventare un evento imperdibile per appassionati e addetti ai lavori, dimostrando ancora una volta l’importanza storica e culturale di Torino nel panorama automobilistico mondiale. C’è da chiedersi, però, che fine farà il MIMO: nonostante le dichiarazioni ufficiali, c’è preoccupazione per il futuro di un evento che, nei suoi tre anni di esistenza, forse non è mai riuscito a far innamorare la piazza di Milano. Nonostante la fusione di tradizione e innovazione, il MIMO ha attirato sì appassionati di auto, addetti ai lavori e media, ma non è riuscito a creare quel legame indissolubile con il territorio. Vedremo cosa accadrà: per il momento, come recita il sito ufficiale della manifestazione, l’evento è confermato e si svolgerà  dal 28 al 30 giugno 2024. E sarà ancora una volta un  festival motoristico internazionale a ingresso totalmente gratuito, dalla vocazione fortemente dinamica, che vedrà l’Autodromo Nazionale Monza diventare una vera e propria città dei motori attraversata da parate ed esibizioni di auto mozzafiato e dai convogli di test drive di tutte le novità delle case automobilistiche.

In breve

FantaMunicipio #21: tutto il fieno che va in cascina in città

Settimana ricca di incontri, di novità e di fieno in cascina in città. Sono in via di definizione gli...
A2A
A2A