6.5 C
Milano
28. 11. 2022 20:02

Che cosa sono i nuovi cestini compattanti comparsi a Milano?

Più letti

A Milano sono comparsi i primi cestini compattanti che non solo raccolgono i rifiuti riducendo al minimo lo spazio del loro ingombro ma avvisano anche la centrale operativa quando è il momento di procedere alla vuotatura. I cestini compattanti sono stati posizionati solo in alcuni punti della città, come corso Como, piazza Argentina e via Lecco. Si tratta di zone nevralgiche dove è stato deciso di testare l’efficacia dei nuovi dispositivi, come ha spiegato Elena Grandi, assessora all’Ambiente e Verde di Milano, il cui obiettivo è quello di “migliorare il decoro urbano, in particolare in quelle aree soggette ai rifiuti derivanti dal cibo d’asporto che sempre più caratterizza il nostro stile di vita”.

Già, ma come funzionano? I cestini compattanti nati da un sodalizio fra A2A e Amsa sono dotati di un pannello fotovoltaico grazie a cui viene prodotta l’energia che innesca lo schiacciamento dei rifiuti. La quantità di immondizia così trattata è cinque volta maggiore rispetto a quella di un normale cestino. Grazie ad un sensore laser viene monitorato il livello di riempimenti dei cestini che, una volta raggiunto un limite prestabilito, avvisa la centrale di venire ad effettuare lo svuotamento. In questo modo si ottimizzano gli spostamenti dei mezzi dell’Amsa che si muovono per una necessità oggettiva. I risultati del test determineranno la diffusione dei cestini in tutta la città.

In breve

FantaMunicipio #11: proposte per la città, ripensiamole tutti insieme

Sempre più cittadini si ritrovano in strada per discutere delle problematiche di alcune aree e per cavarne fuori idee...