11.2 C
Milano
25. 04. 2024 12:43

Chiara Ferragni fuori dal Cda di Tod’s, record di assenze alle riunioni

Chiara Ferragni non sarà riconfermata nel Consiglio di Amministrazione di Tod's, insieme a Luca Cordero di Montezemolo e Luigi Abete

Più letti

Chiara Ferragni non sarà riconfermata nel Consiglio di Amministrazione di Tod’s, insieme a Luca Cordero di Montezemolo e Luigi Abete. Questa decisione è stata annunciata da Radiocor. Di.Vi. Finanziaria, società controllata da Diego Della Valle e detentrice del 50,291% del capitale di Tod’s, che ha presentato la lista dei candidati per il rinnovo del consiglio in vista dell’assemblea del 15 aprile. Sorprendentemente, il nome dell’influencer, che era entrata nel Cda nel 2021, non compare tra i nove candidati proposti.

Chiara Ferragni e Tod’s

Riguardo ai compensi percepiti da Chiara Ferragni da Tod’s, nel corso di tre anni ha ricevuto un totale di 96.900 euro: 37.400 euro nel 2023, 36.700 nel 2022 e 25.500 nel 2021. Dopo il controverso episodio legato al marchio Balocco, il patron di Tod’s, Diego Della Valle, aveva sospeso ogni decisione riguardante l’influencer, preferendo attendere sviluppi dal fronte giudiziario.

Chiara Ferragni (dal profilo IG dell'influencer)

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Chiara Ferragni, assenze

Secondo quanto emerso, l’esperienza della Ferragni come consigliera non è stata particolarmente positiva. È stato registrato un record di assenze per l’influencer, che ha sede a Milano. Nei primi due anni, Ferragni avrebbe partecipato solo a tre delle 17 riunioni, con un tasso di assenza superiore all’82%.

Chiara Ferragni da Fazio

C’era grande attesa per l’ospitata di Chiara Ferragni da Fazio a “Che Tempo Che Fa” sul Nove e l’imprenditrice influencer ha parlato a lungo di tutto. «Mi sono trovata al centro di un’ondata d’odio. Tu pensi che io possa essere preparata in quanto Chiara Ferragni. Sei preparata, ma niente ti prepara alla violenza di certi attacchi».

«Per me il 15 dicembre 2023 è stato uno spartiacque. Fino ad allora pensavo di non aver fatto niente di sbagliato – ha spiegato riferendosi all’esplosione del caso pandoro -. Quando tu pubblichi tanto, la gente pensa che sia tutto. Il virtuale è una piccola parte della mia vita. Anche se sono io autentica, resta una piccola parte di quello che sono. Ci sono mille altre cose che non racconto sui social media».

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...