20.4 C
Milano
24. 06. 2024 22:43

Divieti di spostamento a Natale: le Regioni insorgono. Fontana: «Veti ingiusti»

Il Dpcm è stato appena approvato, ma è già al centro delle polemiche: la richiesta delle regioni

Più letti

Il nuovo Dpcm è stato firmato, ma il divieto di non potersi muovere tra comuni il 25 e il 26 dicembre, e successivamente anche l’1 gennaio, non è proprio andato giù a molti governatori, tra cui Attilio Fontana.

Richiesta. Ieri pomeriggio durante l’incontro Regioni-Governo i vari presidenti regionali hanno avanzato al premier Conte una proposta unitaria per rivedere le disposizioni sul Natale. Da qui la richiesta di aprire un confronto in Parlamento per rimettere in discussione i divieti natalizi.

fontana
fontana

«Le Regioni hanno ribadito che questa scelta crea situazioni di difficoltà a tanti cittadini che si trovano nell’impossibilità di incontrare i propri parenti, i nonni o i genitori anziani – ha dichiarato Fontana – e crea un differente comportamento fra grandi città e piccoli Comuni, con parenti magari a 500 metri di distanza ma separati da una linea di confine.  Ho chiesto al presidente Conte di creare un percorso privilegiato al fine di modificare il decreto legge, magari inserendo in altri provvedimenti qualche emendamento che vada ad eliminare il divieto di spostamento nei giorni di festa, eliminando una sostanziale e ingiustificata limitazione della vita dei nostri cittadini».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Nella giornata di ieri 25 senatori e 30 deputati del Pd hanno scritto una lettera ai propri capigruppo per non limitare gli spostamenti il 25, 26 dicembre e il 1 gennaio. Tuttavia ieri Conte in conferenza sembrava profondamente convinto delle nuove misure. Si attendono evoluzioni.

 

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...