6 C
Milano
27. 02. 2024 09:02

Giornata dei diritti delle persone con disabilità: l’impegno di Milano

A Milano è partito "Re-muoviamole", il progetto che promuove la mappatura e la segnalazione delle barriere architettoniche in città

Più letti

Se la disabilità diventa un impegno per la collettività, il risultato non può che essere vincente. Questo è quello che prova a fare Milano nella Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, istituita dall’ONU nel 1992 per il 3 dicembre di ogni anno. Una ricorrenza che oggi più che mai merita di essere approfondita.

Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità: cosa succede il 3 dicembre

Nel 2022 in Italia è tornata la ministra della Disabilità, dicastero affidato dal Governo Meloni ad Alessandra Locatelli. In una conferenza stampa la ministra ha dichiarato: «In questa Giornata io credo che ci siano delle parole chiave, che devono essere lanciate e devono essere da guida per il nostro futuro mandato a partire dalla famiglia che deve essere messa al centro, le persone che hanno in carico una persona con disabilità che sono a parità di reddito ancora più povere in un contesto socioeconomico come quello che stiamo vivendo e che può divenire un dramma, dramma rispetto alla povertà e rispetto all’isolamento per le possibilità di curarsi e di accedere ai servizi di base».

Disabilità

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

«Credo che ci sia un tema da affrontare dei ragazzi e degli adolescenti che vivono magari in contesti svantaggiati. Abbiamo il dovere di pensare alla loro istruzione, alla educazione, alla formazione che è un diritto per tutti, all’inclusione lavorativa. Questi percorsi devono essere implementati devono essere riviste alcune norme sulla inclusione ma anche sull’istruzione e la scuola tema che sarà oggetto di un tavolo di confronto con il ministro Valditara», ha spiegato la ministra Locatelli.

Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità: Milano fa la sua parte

Cosa fa Milano per le persone con disabilità? Anzitutto, investe nelle tecnologie per rendere la loro vita meno complicata. A partire da “Re-muoviamole”, il progetto che promuove la mappatura e la segnalazione delle barriere architettoniche a Milano, promosso da Federdistribuzione e mira a rendere più inclusiva la mobilità nei centri urbani con l’obiettivo di rimuovere gli ostacoli contro cui le persone con difficoltà motorie si trovano a combattere ogni giorno.

Disabilità

Ma non solo. Il Comune mette anche a disposizione fondi e servizi per offrire sostegno alle persone con disabilità, nonché strutture, centri, contributi e bonus per cercare di abbattere quel muro che ancora qualche individuo percepisce nei confronti di una comunità – quella delle persone con disabilità – che spesso hanno molto da insegnarci. In termini di educazione e rispetto per gli altri, ad esempio.

In breve

FantaMunicipio #21: tutto il fieno che va in cascina in città

Settimana ricca di incontri, di novità e di fieno in cascina in città. Sono in via di definizione gli...
A2A
A2A