13.3 C
Milano
25. 04. 2024 15:30

Niente Milano-Sanremo 2023 per Milano: lo strano caso del Sindaco ciclista che promuove la bici e fa scappare il ciclismo

La città delle piste ciclabili dice addio ad una storica corsa ciclistica

Più letti

Si chiama Milano-Sanremo 2023 ma non partirà da Milano, lo strano caso del Sindaco ciclista che promuove l’uso della bicicletta e delle piste ciclabili salvo poi ritrovarsi di fronte all’allontanamento, dalla città, del ciclismo. Quello vero, quello professionistico, portatore di turismo, soldi, prestigio, rumore mediatico. 

Niente Milano-Sanremo 2023 per Milano: Sala, che succede?

Questo è quanto. Ed è bizzarro, visto che la giunta comunale comandata dal Sindaco Beppe Sala, al suo secondo mandato, ha inondato la città di piste ciclabili; ha continuamente parlato di un uso consapevole del benessere personale, della bicicletta come mezzo per godersi anche la città, di mezzo estremamente sostenibile. Bene, quindi come mai la Milano-Sanremo 2023 ha deciso di non partire più da Milano ma da Abbiategrasso? Uno smacco enorme, per una metropoli che viene battuta da una piccola cittadina di appena trentacinquemila abitanti.

sala

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

La verità è proprio questa, niente Milano-Sanremo 2023 per Milano 

La verità sta, come sempre, nel mezzo. Piste ciclabili anguste e assassine, che gravitano in città alcune, bisogna ammetterlo, anche senza una logica apparente. E poi c’è il ciclismo, quello vero, che decide di dire addio a Milano. E lo fa con una manifestazione, la Milano-Sanremo 2023, organizzata oltretutto da RCS, storico editore proprio milanese. Il motivo è presto detto: se hai bisogno di certezze, in questo momento Milano non può offrirtele. O perlomeno, non può dirti che sicuramente blocca strade fin dalle prime ore del mattino per far passare la carovana; e che ci sarà il grande richiamo per le strade, con orde di persone che si strapperanno le vesta per un posto in prima fila. No, questo è sicuramente qualcosa che ad Abbiategrasso potrà accadere, Milano è diventata troppo snob. E siccome Milano-Sanremo è ormai un brand, la corsa si chiamerà ancora così, in barba alla sua partenza; la classicissima di primavera, la corsa più lunga del mondo con i suoi 294 km di sviluppo, quest’anno taglierà il traguardo delle 114 edizioni senza il supporto di Milano.

Milano senza Milano-Sanremo 2023, ma non è un unicum

Certo, nella storia ci sono stati molti esempi di classiche che non sono partite dal loro covo originale. Basti pensare alla Parigi-Roubaix, che dal 1966 al 1976 è partita da Chantilly. Ma la verità, nuda e cruda, è che per il Giro così come e per qualsiasi altra corsa ciclistica, Milano è ormai off-limits. Non da soldi (anzi li chiede per l’occupazione del suolo pubblico e gli straordinari per i vigili urbani), è complessa da gestire per questo tipo di eventi e, spesso, il ritorno non è soddisfacente. Milano, la città della moda, sta perdendo molti colpi nel comparto sport. Speriamo che qualcuno se ne accorga, prima che sia troppo tardi.

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...