20.8 C
Milano
04. 02. 2023 13:58

Roberto Burioni: il San Raffaele, la pandemia raccontata da Fazio e i suoi primi 60 anni

La gente l'ha conosciuto grazie alla tv, ma la sua è una carriera lunga e di successo

Più letti

Oggi, 10 dicembre 2022, compie 60 anni Roberto Burioni, virologo, immunologo e divulgatore scientifico italiano divenuto «famoso» al grande pubblico (non di certo a chi segue il campo medico) grazie alla sua partecipazione alla trasmissione televisiva «Che tempo che fa» durante la pandemia da coronavirus. Nato a Pesaro, la sua ricerca si basa soprattutto sullo sviluppo di anticorpi monoclonali umani contro agenti infettivi. Una materia che, anche grazie a lui, è divenuta virale anche sui social network, viste le sue continue esposizioni di problemi e rimedi sulle pagine Twitter, Facebook e Instagram. 

Roberto Burioni, la sua carriera 

Maturità classica a Urbino, si è poi laureato in Medicina e Chirurgia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con sede a Roma. Si è poi spostato nelle Marche per la specializzazione in Allergologia e Immunologia clinica, per poi conseguire un dottorato di ricerca in Scienze microbiologiche e virologiche presso l’Università di Genova. Sposato, una figlia, tifoso della Lazio, ha lavorato a policlinico Gemelli di Roma, per poi iniziare ad insegnare all’università delle Marche. Dal 2004 insegna, prima come professore associato, poi come professore ordinario, Microbiologia e Virologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, dove è responsabile di un laboratorio di ricerca immunologica volto allo studio della risposta immunologica contro patogeni umani. 

Roberto Burioni
Roberto Burioni

Roberto Burioni e la televisione 

Roberto Burioni ha un lungo rapporto con la televisione: già nel maggio 2016, infatti, è stato ospite nel programma televisivo Virus – Il contagio delle idee, mentre il 18 aprile 2017 intervenne contro la trasmissione televisiva Report, colpevole, secondo il suo parere, di aver trasmesso il giorno prima una puntata fuorviante e scientificamente scorretta sul tema del virus del papilloma umano.

Tutti i riconoscimenti ufficiali ricevuti da Roberto Burioni nella sua carriera

Ecco tutti i riconoscimenti ufficiali ricevuti da Roberto Burioni nella sua carriera 

  • Cittadinanza onoraria di Casteldelci, luglio 2011
  • Premio “Jano Planco d’oro 2017”, attribuito annualmente a medici, odontoiatri, ricercatori, altri professionisti sanitari, enti, associazioni, o ad altre persone fisiche che abbiano dato lustro e prestigio alla Sanità; 2 dicembre 2017 a Rimini.
  • Premio annuale per la Medicina dell’Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione, 11 dicembre 2017.
  • Premio Asimov 2017 per la divulgazione scientifica, organizzato dal Gran Sasso Science Institute dell’Aquila per il saggio Il vaccino non è un’opinione.
  • Premio di Personaggio Rivelazione di Internet dell’Anno ai Macchianera Internet Awards, gli “Oscar Italiani della rete”, il settembre 2017.
  • Premio Favignana – Festival Florio, 16 giugno 2018.
  • Premio “Ape d’Oro” del Comune di Segrate (MI), settembre 2018.
  • Premio Miglior Personaggio Internet dell’Anno e Miglior Sito Divulgativo, Macchianera Internet Awards, gli Oscar Italiani della Rete, novembre 2018.
  • Premio “Campione della Scienza”, l'”Oscar della Bontà” dei City Angels a Milano, gennaio 2019.
  • Premio Evidence 2019, Fondazione GIMBE, Bologna, marzo 2019.
  • Premio “Picenum 2019” della Fondazione Pio Sodalizio dei Piceni, Roma, giugno 2019
  • Premio “Grandi Guglie della Grande Milano” del Centro Studi Grande Milano, aprile 2022

In breve

FantaMunicipio #18: chiusura di due uffici anagrafe e la risposta dei Municipi

La chiusura di due uffici anagrafe del Comune, quelli in via Boifava (Municipio 5) e in via Passerini (Municipio...