4 C
Milano
27. 01. 2023 22:17

Giornata mondiale dei diritti umani, la storia della festa del 10 dicembre e come Milano la celebra

Oggi nel 1948 avvenne la proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani

Più letti

Il 10 dicembre è la Giornata mondiale dei diritti umani. In tutto il mondo, ormai dal 1950, si celebra qualcosa che a Milano e in Italia può sembrare scontato ma che in molti altri Paesi non lo è affatto. La data non è stata scelta a caso: oggi nel 1948 avvenne proprio la proclamazione da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Giornata mondiale dei diritti umani, la storia

Come detto l’istituzione formale della Giornata è avvenuta durante il 317º meeting globale dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 4 dicembre 1950. Li venne promulgata la risoluzione 423(V) che invitava tutti gli stati membri e tutte le organizzazioni coinvolte ed interessate a celebrare la giornata nella maniera a loro più consona. La dichiarazione è frutto di una elaborazione secolare, che parte dai primi principi etici classico-europei stabiliti dalla Bill of Rights e dalla dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America, ma soprattutto dalla dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino stesa nel 1789 durante la Rivoluzione francese, i cui elementi di fondo (i diritti civili e politici dell’individuo) sono confluiti in larga misura in questa carta.

Giornata mondiale dei diritti umani
Giornata mondiale dei diritti umani

Giornata mondiale dei diritti umani nel mondo

La Giornata è uno degli eventi di punta nel calendario del quartier generale delle Nazioni Unite a New York ed è onorata con conferenze di alto profilo politico ed eventi culturali come mostre o concerti riguardanti l’argomento dei diritti umani. Inoltre, in questa giornata vengono tradizionalmente attribuiti i due più importanti riconoscimenti in materia, ovvero il quinquennale premio delle Nazioni Unite per i diritti umani, assegnato a New York, ed il premio Nobel per la pace ad Oslo. Oltre a questi premi, molte altre organizzazioni internazionali, non governative, civili ed umanitarie su tutto il pianeta scelgono questa giornata per eventi significativi.

Giornata mondiale dei diritti umani a Milano

Anche a Milano, dopo i due giorni di festa di Sant’Ambrogio e l’Immacolata, si celebrerà questa giornata. In particolare con un evento che inaugurerà la prima fase del progetto “Milano: memoria e futuro dei diritti” che accompagnerà la città fino a febbraio 2023. L’appuntamento è per le 12 all’Auditorium di Radio Popolare Demetrio Stratos. Il pubblico sarà invitato a partecipare alla costruzione collettiva e alla registrazione “live” di uno dei cinque podcast che costituiranno il progetto “Milano: memoria e futuro dei diritti”. La prima puntata avrà come protagonista Radio Popolare: un baluardo della libertà d’espressione, della libertà di associazione, che assicura a ciascuno la possibilità di partecipare alla vita culturale.

In breve

FantaMunicipio #17: così le rotonde diventano piazze

Cantieri sempre aperti a Milano dove molte rotonde cambieranno pelle. La notizia della settimana è l'avvio dei cantieri per...