33.2 C
Milano
02. 07. 2022 16:10

Chiamatelo Supersalone: l’attesissimo ritorno del design sulla scena milanese

Milano riparte dall’evento più atteso (da oltre due anni): il design si prende la scena

Più letti

Più che un vero Salone del Mobile, è un Supersalone come, appunto, è stato rinominato l’evento curato da Stefano Boeri e che segna il ritorno del design sulla scena milanese. Ma soprattutto è il primo grande evento fieristico che da oggi rappresenta la ripartenza economica della città.

I numeri del Supersalone

Boeri si è affidato ad un team internazionale di co-progettisti – Andrea Caputo, Maria Cristina Didero, Anniina Koivu, Lukas Wegwerth, Marco Ferrari ed Elisa Pasqual di Studio Folder insieme a Giorgio Donà – e a tutto lo staff del Salone del Mobile Milano per realizzare la kermesse. Il risultato?

Sono oltre 423 brand di ogni categoria merceologica, distribuiti in quattro padiglioni, che hanno risposto con convinzione all’appello. Protagonista sarà un prodotto sempre più innovativo, capace di rispondere adeguatamente alle trasformazioni della struttura sociale contemporanea, al conseguente rapido cambiamento del mercato dell’arredo e alle singole esigenze di ogni cliente.

Inaugurazione. Il riconoscimento dell’importanza e del valore simbolico dell’evento sarà confermato anche dalla presenza di alte autorità governative e istituzionali – prima fra tutte il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella il giorno dell’inaugurazione – che, da sempre, testimoniano quanto il Salone rappresenti uno dei motori dell’economia italiana, grazie al fertile rapporto che riesce a creare tra impresa, città e territori.

I temi della nuova edizione

Innovazione, attenzione all’impatto ambientale, creatività tout court, scambio culturale, esperienze digitali rappresenteranno il lessico del Supersalone: un evento che attingerà alla forza dell’immaginario progettuale per farsi laboratorio di sperimentazione e contaminazione, luogo di incontro e di nuove opportunità per riflettere sul mondo del design e per conoscerne i suoi protagonisti – dal sistema produttivo dell’arredo alle scuole che formano nuove leve di designer, dai maker indipendenti alle personalità oggi più influenti in ogni campo della progettualità, dai registi cinematografici che iconizzano la capacità propria del design di plasmare mondi e raccontare storie a chi la creatività la supporta e la promuove.

Senza dimenticare la sostenibilità

In ottica di circolarità e sostenibilità, tutti i materiali e le componenti dell’allestimento sono stati pensati per poter essere smontati e successivamente riutilizzati: i sistemi di allestimento che, non hanno nessun componente sfuso e utilizzano ridotte quantità di materiale, verranno completamente recuperati; i pannelli di truciolare sono creati con legno riciclato al 100% e saranno rimessi all’interno del ciclo di produzione in un’ottica circolare, con un beneficio complessivo in termini di mancata emissione di CO2 derivante dall’utilizzo del legno di recupero post-consumo di 1.125.000kg CO2eq.

A rinforzare l’intento green ci sono anche gli alberi di Forestami con un progetto ad hoc che consisterà nell’allestimento di un “bosco” di circa 100 alberi attraverso il quale i visitatori potranno giungere ai tornelli d’ingresso di Porta Est. Altri 100 alberi ad alto fusto accompagneranno poi i visitatori all’interno delle varie aree espositive e in zone living dedicate al relax. Le essenze utilizzate – tigli, frassini, querce, prugni da fiore – saranno poi piantate nelle aree di Città Metropolitana di Milano.

Per tutti. Infine, il Supersalone sarà aperto tutti i giorni non solo agli operatori ma anche al pubblico e i visitatori avranno la possibilità di acquistare online i prodotti su un’apposita piattaforma. Info su salonemilano.it.

Supersalone
Dal 5 al 10 settembre
Fiera Milano, Rho
Dalle 10.00 alle 19.00 (venerdì 10 settembre dalle 10.00 alle 16.00)
Biglietti: 15 euro

E la città riabbraccia il design

Dopo i 17 mesi di stop imposti dall’emergenza Covid, Milano torna a essere punto di riferimento del design internazionale grazie a Milano Design Week e Supersalone. Sono 75 i soggetti che hanno risposto con entusiasmo all’appello del Comune, lanciato lo scorso mese di maggio, per animare questa particolare edizione della Milano Design Week tra cui Fondazione Politecnico di Milano, Rossana Orlandi, SuperStudio Group, oltre ai distretti del design di via Durini, Brera, 5Vie e numerosi brand del design. Un caleidoscopio di appuntamenti, idee e progetti che coinvolgerà l’intera città, dagli storici cortili dell’Università Statale, agli iconici spazi di Brera, Lambrate e Isola.

Via Tortona

Immancabile protagonista sarà anche la zona di via Tortona che con Superstudio presenta Superdesign Show 2021 tornando con forza alla ribalta della scena internazionale con Cult&Must, Donne&Design, Supercampus, Materials, Discovering, Outdoor Generation, 1000 Vases, l’auto del futuro, la casa intelligente, le sfide dell’arte.

Re-Food Market

Il museo della scienza e della tecnologia Leonardo Da Vinci ospiterà la terza edizione di RoGUILTLESSPLASTIC, il progetto internazionale di Rossana Orlandi, con il TrashFormation Village, la Hall of Waste e il re-Food Market, installazioni dedicate al tema del re-Waste per stimolare una nuova cultura attenta alla sostenibilità, responsabilità e capace di generare emozioni.

GAM

Gli spazi della Galleria d’Arte Moderna di via Palestro ospiteranno “Metamorphosis” la mostra curata da Alba Cappellieri sull’evoluzione della maison Bulgari, raccontata attraverso il simbolo del serpente, emblema di metamorfosi e di rigenerazione in tutte le culture e icona della maison romana dagli anni Quaranta a oggi. Grazie alle opere di quattro artisti internazionali: Ann Veronica Janssens, Azuma Makoto, Daan Roosegaarde, Vincent Van Duysen, che hanno interpretato il tema attraverso i loro linguaggi artistici in installazioni appositamente ideate.

Acquario

Le architetture liberty dell’acquario civico ospiteranno il Metting Grandesign Etico a cura dell’Associazione Culturale Plana. Un palinsesto di incontri e installazioni dedicati all’importanza del ruolo del Design nel prossimo futuro, prendendo in esame i mutamenti imposti dalla pandemia Covid-19 e finalizzati a riportare l’attenzione sulla dimensione dell’Etica nel design e nella progettazione.

Campagna

L’edizione settembrina della Design Week è anche un’articolata campagna di comunicazione multicanale dal titolo “Design is Milano is Design” che rafforza il legame tra la città e il mondo del design. Spot, affissioni e canali social dell’Amministrazione informeranno i cittadini sui contenuti e sui principali appuntamenti della manifestazione. Maggiori informazioni su yesmilano.it.

 

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...