20.6 C
Milano
17. 05. 2022 02:32

Tutti per Shiva, Shiva per tutti: ma era necessario bloccare Milano?

Chiamati a raccolta i followers per distribuire magliette, in tilt le vie della città

Più letti

I novelli Robin Hood non rubano ai ricchi per dare ai poveri. Regalano ai fan, al massimo, come ha fatto Shiva, alias Andrea Arrigoni, trapper da un milione di followers su Instagram che nella giornata di ieri ha dato appuntamento a chi ne aveva il tempo (evidentemente tanti) per andare ad accaparrarsi alcune t-shirt in centro a Milano.

Shiva blocca Milano per distribuire t-shirt

Il risultato è che i seguaci sono felici, i milanesi che transitavano tra le Colonne e Cesare Correnti decisamente meno. Hanno passato una bella fetta del primo pomeriggio a cercare un pertugio dove passare. Anche con l’agile monopattino o in scooter.

Se crea disagio una manifestazione organizzata (chi ha mai corso una Stramilano o una Half Marathon sa cosa vuol dire sentirsi apostrofare dai conducenti inferociti per le deviazioni del traffico) figuriamoci quando d’improvviso si intasa una via senza preavviso alcuno a chi dirige la città. Bloccare il resto del mondo, purtroppo, sembra diventata la nuova via della trasgressione, spesso per un video, stavolta per lanciare gadget dal tetto di un’auto.

Inutile, probabilmente, chiedersi perché tutto questo suoni così affascinante, fuori dagli schemi, attraente per la fascia d’età adolescenzial-ventenne che affolla queste improvvisate. Tanti di noi hanno alle spalle azioni di cui anni dopo sorridono per non piangere. Non si stava meglio quando si stava peggio, vista dal lato del passante che ha premura (magari per serietà e non solo per amenità) e le stesse scene si vedevano (esempio) allo sbarco di un fenomeno dell’Nba o di David Beckham, o di una star del cinema a Milano, con numeri anche più altisonanti. Ma almeno nel tal caso c’era e c’è il tempo di sapere con largo anticipo che, se disinteressato all’articolo, da quelle strade non ci devi passare o puoi farlo armandoti della santa pazienza.

La libertà che non disturba ha però il sapore infausto del poco creativo. Quanti followers si perdono se non blocchi una città?

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...