3.7 C
Milano
20. 01. 2022 23:30

Identità Milano 2021 fonderà cibi, tendenze e lavoro

Più letti

La cultura del buon bere e del buon cibo non si limita la sua espressione sulle tavole e negli stand delle fiere di settore, come il Chiarescure Festival in onore della birra, ma scende ancora più in profondità con Identità Milano 2021 e le sue riflessioni su tendenze e problemi sociali.

Il filo conduttore di Identità Milano

Milano sta per ospitare la 16ª edizione di Identità Milano, il congresso internazionale dedicato agli chef interessati ad informarsi sulle ultime tendenze, aggiornarsi e vivere momenti di formazione con gli stage proposti dalle eccellenze assolute della cucina.

Quest’anno il tema scelto per fare da collante delle intense sessioni in programma è “Costruire un Nuovo Futuro: Il Lavoro”. Un argomento di particolare attualità e delicatezza, che colpisce anche indirettamente anche il settore della ristorazione con un turbinio di incertezze.

Gli il ideatori del congresso, Paolo Marchi e Claudio Ceroni, sono chiarissimi nel loro intento: “Se prima non risolveremo questo drammatico problema, se non restituiremo alle donne la dignità professionale persa con la crisi, se i giovani saranno ancora a lungo parcheggiati in un limbo economico, sarà inutile parlare di quale cucina avremo usciti dalla pandemia, se le persone avranno più voglia di innovazione o tradizione, di pizze gourmet o pizze margherita, di dessert al piatto o torte da tagliare a fette, di pesce, carne o verdure, di gelato gastronomico o gusti classici, eternamente quelli. E anche quale vino e quale servizio, al ristorante come in albergo. Prima il lavoro!”.

La pandemia, se da una parte ha distrutto economicamente le imprese della ristorazione con i suoi lunghi mesi di stop delle attività, ha instaurato nei popoli la maggiore consapevolezza della nutrizione ed i suoi impatti sulla qualità della vita. Oggi le preparazioni con utensili come la centrifuga per ottenere concentrati di vitamine, vaporiere per cuocere delicatamente senza alterare i sapori o friggitrice ad aria per evitare le tossine dell’olio bollente sono molto più comuni nelle cucine degli italiani.

Il programma di Identità Milano

Anche quest’anno il Congresso si svolgerà al MiCo dal 25 al 27 settembre.

Il 25 settembre lezione d’apertura per discutere le prospettive future. A seguire gli interventi di star della gastronomia come: Davide Rampello, Alain Ducasse, Cristina Bowerman, Franco Pepe, Leopoldo Gasbarro, Enrico Bartolini, Joe Bastianich e le lezioni di Carlo Cracco e Marco Pedron. Solo per citarne alcuni arcinoti.

Il 26 settembre proseguono confronti sul filo conduttore della manifestazione con i grandi chef, insieme alle lezioni della nuova sezione “Il futuro è oggi”, la  pasticceria contemporanea e un ospite speciale dalla Spagna. A chiudere il 27 settembre lezioni  concentrate su pasticceria e alta cucina, con approfondimenti sul naturale, dessert e formaggi.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...