33.2 C
Milano
02. 07. 2022 16:39

Milano Art Week porta la città al centro dell’Europa fra arte contemporanea e fotografia

Più letti

Il capoluogo ambrosiano si ripropone come attore principale della scena artistica europea, con la XXV Milano Art Week. La prima grande fiera di importanza continentale che ritorna dopo il lungo stallo del settore dovuto alla pandemia, per dare ampio spazio alla modernità espressa nelle opere d’arte con il coinvolgimento del pubblico, le istituzioni pubbliche e private. Più di una mostra, più di una fiera, un abbraccio alla città.

Milano Art Week riapre le porte all’arte

Promette di essere un ritorno in grande stile quello della Milano Art Week 2021, che vedrà introdurre l’evento da parte di miart come di consueto: la prima fiera di riferimento per l’arte contemporanea, moderna ed il design in serie limitata che sceglie la modalità ibrida. Una Week milanese incentrata sul dialogo e la fusione di stili e correnti dall’inizio del novecento ai giorni nostri.

La manifestazione festeggia il suo quarto di secolo di vita con una grande responsabilità: la Milano Art Week precederà di una settimana la celeberrima Art Basel di Basilea, sotto la guida del suo nuovo direttore. Infatti, alle redini da quest’anno c’è Nicola Ricciardi (direttore artistico uscente delle OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino, con un curriculum ricco di esperienze di respiro internazionale), scelto come successore di Alessandro Rabottini.

Un’anticipazione di programma della Week

Alcuni dei tasselli dell’Art Week Milano saranno legati ad esibizione in corso, come la mostra  “Autoritratto” al PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea: la prima personale di Luisa Lambri, che usa la macchina fotografica per immortalare gli spazi architettonici trasfigurati dalla luce che sottolinea elementi inattesi. Inoltre, il progetto “Who the bær” alla Fondazione Prada, Tina Modotti con “Donne, Messico e libertà” presso il MUDEC; di prim’ordine per la realtà milanese “Breath Ghosts Blind”, la mostra di Maurizio Cattelan all’Hangar Bicocca e la grande esposizione dedicata a Claude Monet che aprirà a Palazzo Reale proprio nei giorni della Milano Art Week.

Le sezioni della kermesse rimangono le stesse: Established Contemporary, Established Master, Decades in cui dieci gallerie daranno vita a un percorso suddiviso concettualmente per decadi a condurre il visitatore attraverso l’evoluzione del ‘900. La sezione Emergent, invece, si concentrerà sul dialogo tra artisti di diverse generazioni.

Un terzo delle oltre 140 gallerie che saranno allestite nel corso della Milano Art Week (dal 13 al 19 settembre 2021, con miart dal 17 alla chiusura) saranno internazionali, per la maggior parte provenienti dai quattro angoli dell’Europa. Un’ulteriore conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, dell’interesse di Milano ad essere palcoscenico dell’eccellenza delle più svariate espressioni; è il caso delle ritagli esaltati nella mostra dal titolo ”Viaggio nel tempo” di Corrado Onorato.

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...