26.4 C
Milano
24. 05. 2022 17:22

L’assessore alla Sicurezza, Marco Granelli, non ci sta: «Rispondo con le azioni a chi chiede le mie dimissioni»

L'assessore alla sicurezza Marco Granelli rimanda al mittente la richiesta di dimissioni: «Non si tratta di urlare, come è abituato a fare qualcuno, ma di rimboccarsi le maniche e lavorare insieme»

Più letti

Continua la bagarre politica dopo le molestie di Capodanno a Milano e tanti altri episodi di violenza registrati in città nelle ultime settimane. Durante il fine settimana la Lega ha organizzato gazebo e banchetti per raccogliere firme per chiedere la “testa” dell’assessore alla Sicurezza, Marco Granelli.

La risposta di Marco Granelli

Non è tardata ad arrivare la risposta del diretto interessato. «Non ci interessa urlare, preferiamo agire, questa la mia risposta a chi chiede di dimettermi – ha scritto l’assessore Marco Granelli sulla propria pagina Facebook -. Le notti del fine settimana a Milano, un impegno costante e pronto della Polizia Locale e della Questura con tutte le Forze dell’Ordine, perché Milano sia sicura e i milanesi e chi viene da fuori possa stare insieme, bene e in serenità, anche fra persone che vengono da lontano. E a queste donne e uomini delle forze dell’ordine e della polizia locale va il mio ringraziamento. Ed è per questo con Beppe Sala incontreremo li Ministro Lamorgese che sicuramente aiuterà Milano con i rinforzi giusti».

Marco Granelli vigili a milano

Ciò nonostante l’assessore alla Sicurezza è consapevole che si possa far di più per migliorare la situazione. «Sappiamo che dobbiamo fare di più e meglio, e per questo che stiamo assumendo nuovi 500 vigili e chiediamo più forze per la Questura – prosegue il post -. Ma non basta. Milano vuole ricostruire il modo di ritrovarsi in strada e nei luoghi dell’aggregazione, perché vivere significa stare insieme, fare cultura, fare sport, aggregare. E in questo Milano è ricca di iniziative pubbliche e private, e il lavoro dei miei colleghi di giunta e delle tante sane imprese di questo tipo e del non profit presenti a Milano è proprio questo. Insieme Milano è capace di farcela».

Infine una frecciatina all’assessore regionale Stefano Bolognini, tra i primi a chiedere le dimissioni di Marco Granelli. «Non si tratta di urlare, come è abituato a fare qualcuno, ma di rimboccarsi le maniche e lavorare insieme. Ed è per questo che rimando al mittente l’invito di Bolognini a dimettermi, può ancora aspettare, anche se urla».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...